domenica 22 ottobre 2017

Leggi il post

Tre barzellette sugli animali

Tre semplici barzellette/freddure sugli animali:

- Cosa si dicono due piccoli daini quando si incontrano?
- Ti va se giochiamo a nasconDaino?
- DAI... NO!


 Due aquile vedono passare in cielo un velocissimo aereo a reazione.
- Hai visto quello lì come correva? 

- E grazie, vorrei vedere te con il sedere in fiamme!

- Che cosa dice una mosca davanti ad muro?
- Moscavalco!


sabato 21 ottobre 2017

Leggi il post

Tre barzellette, 3 barze

Tre simpatiche barzellette per ridere un po':

- Mi scusi signor commesso, quanto costa quel bel cappotto che avete lì in vetrina?
- 3250 euro signore.
- E senza le maniche quanto viene?
- Mi scusi, ma che cosa se ne fa di un cappotto senza le maniche?
- E' che quando ho sentito il prezzo mi sono cadute le braccia!


Un barbone ruba un pollo per cibarsi e si reca sulla riva del fiume a mangiarlo. 
Accende un fuoco, tira il collo al pollo e poi comincia a spennarlo. 
Improvvisamente arriva un vigile, così il barbone butta subito il pollo in acqua, ma il vigile avendolo visto, gli dice:
- Signore, cosa ha buttato dentro l'acqua?
- Nell'acqua? Cosa? Quando? Niente niente, perché?
- Si certo, ed allora cosa sono tutte quelle penne?
- Semplice, c'era un pollo che si voleva fare un bagno nel fiume e mi ha detto se gli davo un'occhiata ai suoi vestiti!


- Una volta avevo un cane inteligente, ma talmente intelligente, che sapeva addirittura dire il suo nome... 
- Ah si? Davvero? E come si chiamava?
- Si chiamava BAU!
 

venerdì 20 ottobre 2017

Leggi il post

Come sostituire una parola in un testo con il php

Una funzione che sicuramente prima o poi tutti utilizzeranno programmando in php, è quella che consente di sostituire una parola in in un testo.
La sostituzione di una o più parole, o intere frasi, in un testo più ampio, è infatti una cosa molto comoda in tutti quei casi in cui ci sia bisogno di questo tipo di automatismo.

Ad esempio, se si vuole inserire il contenuto di una variabile, dentro ad un testo in cui abbiamo messo dei caratteri speciali che servono come marcatori, possiamo utilizzare il replace php.
E' l'esempio in cui si sta spedendo una newsletter a più utenti, una newsletter con un testo fisso, che però va personalizzata col classico "buongiorno nome cognome".
In questo caso quindi, bisognerebbe sostituire in automatico i marcatori <nome> e <cognome> presenti nel testo, dinamicamente.


Come sostituire una parola in un testo con il php


Ecco la sintassi ufficiale per fare il replace con il php:

$risultato=str_replace("testo-da-sostituire","nuovo-testo",$testo);

Grazie alla str_replace php infatti, sarà possibile sostituire il testo contenuto in una variabile, con un altro testo a scelta.
Utilizzando questa funzione, verranno sostituite tutte le occorrenze trovate.

Ecco un esempio pratico che potete testare:

<?php
    $testo="Oggi è un altro post non è un bel sito";
    echo str_replace("non è","è",$testo);
?>


Grazie al replace utilizzato in questo script d'esempio, il significato della frase cambierà radicalmente... e meno male aggiungo io :p

Un milione di visualizzazioni!

E' con grande gioia che annuncio a tutti i navigatori del sito web "Oggi è un altro post", che abbiamo raggiunto un altro importante traguardo.
Sto parlando dell'aver superato un milione di visualizzazioni.

Ebbene si, avete capito bene, il sito che state navigando ha da poco raggiunto e superato il milione di visualizzazioni (non di visitatori... per ora :p).
Questo importante risultato è stato ottenuto grazie alla costanza nel pubblicare almeno un post al giorno dalla data d'apertura del sito (26 aprile 2015), ed ovviamente anche grazie a voi.

Tu che sei arrivato qui da google cercando magari "1.000.000 di visualizzazioni", tu che ci sei tornato per cercare una guida per il computer, delle foto di vacanze, la trama di un film, o altro... in qualsiasi modo tu sia arrivato qui ora... grazie!

Un milione di visualizzazioni!

In questa speciale occasione, voglio lasciare ai posteri il link al primo post del sito (nulla di eccezionale, è solo un post di benvenuto), ed anche il link ad un altro articolo commemorativo (i miei primi 1000 posts).

Considerando che le 100.000 visite le avevo raggiunte poco più di un anno fa, direi che il tasso di crescita del sito è stato abbastanza esponenziale.
Ma un milione di visite è solo l'inizio, il traguardo che mi sono preposto è ancora molto lontano, e spero prima o poi di raggiungerlo :)

Vi lascio con un po' di link utili per seguirmi meglio, nel caso ve li foste persi:


Ancora una volta grazie a tutti, ed al prossimo post!

giovedì 19 ottobre 2017

Collegarsi all'active directory con il php (ldap)

Qualche tempo fa avevo fatto una guida su come usare il protocollo ldap in php, più che altro per collegarsi ad un database interno tramite openldap.
Oggi invece voglio affrontare una tematica un po' più specifica, ovvero l'active directory.

Chi è pratico di ambienti windows di sicuro già avrà sentito questo nome, infatti nell'active directory vengono salvati gli utenti ed i gruppi di rete.
Se infatti in una rete aziendale tu accedi con il tuo utente di rete, è perchè (probabilmente) questo è attivo e funzionante dentro l'active directory.
Vediamo dunque come effettuare una semplice login in php, ovvero come verificare che la username e la password passate ad pagina web siano valide.


Come collegarsi all'active directory con il php (ldap)


Prima di tutto, per poter connettere il php all'active directory occorre che il protocollo ldap sia attivato.
Ancora una volta dunque, andiamo a controllare il nostro php.ini, o lanciamo il classico phpinfo.
Cercare e scommentare (o aggiungere) la seguente riga:

extension=php_ldap.dll

Poi riavviare il server.

Collegarsi all'active directory con il php (ldap)

Adesso siamo pronti per scrivere un po' di codice php.
Ecco lo script che potete utilizzare per connettersi all'active directori dal php:

<?php
$ldapuser='tua-user-di-rete';
$ldappass='tua-password-di-rete';
$ldapconn=ldap_connect("ip-server") or die("Impossibile connettersi all'LDAP server.");
$ldapbind=ldap_bind($ldapconn, $ldapuser, $ldappass); 
if ($ldapbind) echo "Login effettuato con successo";
else echo "Dati errati";
?>

Questo semplice script, in cui dovrete solo settare l'indirizzo ip del server dell'active directory, la vostra utenza di rete (di default funziona con l'email di solito), e la vostra password, vi consentirà di verificare se l'utente è presente ed attivo in ldap.
Vi basterà dunque adattare questo script in modo che peschi user e password da una form html, ed ecco che avrete creato un'area riservata php a cui avranno accesso solo gli utenti attivi nell'active directory da voi specificata.

Bene, login active directory php: Done!
Buon coding :)

mercoledì 18 ottobre 2017

La 25ª ora

La 25ª ora è un film drammatico del 2002 diretto da Spike Lee, con Edward Norton, Philip Seymour Hoffman, Barry Pepper, Rosario Dawson, Anna Paquin, Brian Cox, Tony Siragusa, Levan Uchaneishvili, Tony Devon.

La 25ª ora
Trama

Monty Brogan è un giovane che ha deciso di guadagnarsi da vivere vendendo droga.
La vita dello spacciatore sembra essere tutta rosa e fiori per Monty, almeno fino a quando qualcuno non lo tradisce e lui viene condannato per i suoi crimini.
Destinato dunque a finire in carcere, Monty avrà la possibilità di dire addio a tutti i suoi amici ed alla propria donna.
L'ultimo giorno di libertà per lo spacciatore, saranno le ventiquattro ore più lunghe della sua vita, una giornata in cui poter riflettere sulle scelte adoperate fino a quel momento.

Recensione

La 25ª ora è un film drammatico del 2002, un film diretto dal bravissimo regista Spike Lee.
Il protagonista di questa pellicola è il versatile e talentuoso Edward Norton, nei panni di uno sfortunato spacciatore.
Questo film parla delle scelte che si fanno nella vita, scelte che possono essere buone o cattive, ma che comunque hanno sempre delle conseguenze.
Il mondo della droga e dei soldi facili ancora una volta sembra alla fine presentare il conto, un conto molto salato che può costare un'intera giovinezza.
Concludendo, la venticinquesima ora è un ottimo film, un film cult dei primi anni duemila.

Link alla scheda del film su wikipedia

martedì 17 ottobre 2017

Come creare fusion tables, tabelle google per app inventor 2

Le fusion tables sono delle tabelle di google che possono essere create e gestite direttamente online.
Proprio come dei veri database relazionali, tipo mysql, le tabelle fusion di google possono essere sfogliate tramite query, sia da comoda interfaccia web, sia tramite delle api.
Oppure volendo è anche possibile includere una tabella google su un proprio sito internet.

Queste tabelle google fusion tra l'altro, possono essere usate anche in mit app inventor 2, per poter leggere e salvare online i dati delle proprie app.

Ma andiamo per ordine, vediamo subito come creare tabelle fusion, come popolarle, e come modificarle.


Come creare fusion tables, le tabelle google online per app inventor 2


Per poter usare le tabelle fusion di google occorre ovviamente possedere un account google, quindi, dopo aver fatto accesso con il vostro account, collegatevi a questo indirizzo:

https://support.google.com/fusiontables/

Adesso basterà cliccare sul bottone "create a fusion table" e poi scegliere l'opzione create empty table.

Come creare fusion tables

In realtà, si finirà in una pagina con una tabella già popolata, con una struttura prestabilita ed una riga vuota.
Poco male comunque, per modificare una tabella google fusion, la sua struttura intendo, cliccate su Edit -> Change columns.

Change columns

Adesso, cliccando sui singoli campi a sinistra, si potranno cambiare le proprietà (a destra nella pagina), cambiandone il nome (colum name), il tipo (type, che va dal classico testo text ai numeri number, alle date), il formato (format), ed altri parametri tipici delle tabelle sql.

Sarà poi possibile eliminare una colonna cliccando sulla croce, o anche spostare ed ordinare i vari campi con il mouse (drag & drop).

edit fusion table

Per aggiungere un nuovo campo in una tabella fusion, basta cliccare su New->Column, oppure su new formula column, in caso si vogliano aggiungere campi calcolati.
Infine, per completare questa fase di creazione della tabella, cliccare su Save.

Una volta creata la struttura della nostra tabella, con tutti i suoi campi e controlli, sarà possibile rinominare la tabella cliccando sul nome in alto nella pagina, e personalizzare nella finestra che si aprirà, anche altri attributi.

Infine, per popolare una tabella fusion, cliccare su Edit->Add row, oppure, per modificare un valore già inserito, cliccare sulla riga da modificare e poi sulla matita.

edit row

Una volta preparato il tutto, sarà possibile condividere la tabella google fusion con i propri amici/collaboratori, cliccando sul bottone Share in alto a destra nella pagina, decidendo se si vuole rendere il proprio database completamente pubblico, o solo per chi ha il link, oppure privato per pochi eletti invitabili via mail.

Questa era solo una rapida carrellata su come creare tabelle fusion.
In questo video tutorial trovate il tutto spiegato in maniera un po' più chiara e pratica:
https://youtu.be/Vydv5eGePfg



E con le tabelle fusion è tutto, a breve vedremo come usarle per le nostre app mit app inventor 2.

lunedì 16 ottobre 2017

Come disattivare Amazon Prime

Amazon prime è un ottimo servizio per ricevere gli acquisti online rapidamente e senza spese aggiuntive, se si esclude il canone mensile da pagare ad amazon.
Questa funzionalità è dunque molto utile e vantaggiosa per chi fa frequenti ordini online.
Se però anche tu come me sei un compratore occasionale, magari dopo aver attivato Prime gratuitamente per un mese per godere delle spedizioni rapide gratis, vorrai sapere come disattivare prime, in modo da evitare addebiti sulla tua carta di credito al termine del periodo di prova.

Vediamo subito come cancellarsi da prime in pochi semplici passaggi.


Come disattivare Amazon Prime


Dopo aver sottoscritto il tuo abbonamento ad amazon prime, puoi disattivare il servizio in qualsiasi momento, seguendo questi semplici passaggi:
  1. Collegati ad Amazon con la tua user e password
  2. Clicca in alto a destra nella pagina sulla voce il mio account
  3. Clicca sul box Prime
  4. Clicca sulla voce "Gestisci le impostazioni Amazon Prime"
  5. Clicca su Modifica iscrizione
  6. Nella pagina che si aprirà, sulla sinistra, clicca su Non continuare
  7. Clicca su Cancella iscrizione
  8. Dai nuovamente la conferma cliccando ancora sulla voce Cancella iscrizione

Come disattivare Amazon Prime

Cancellarsi da prime

Conferma cancellazione

Avrai così disattivato amazon prime.
La tua disattivazione sarà effettiva al termine del periodo di prova o del mese pagato, senza che tu debba quindi ricordati di disdire il tuo abbonamento prima che scada o si rinnovi in automatico.
Come puoi ben vedere, cancellarsi da amazon prime è molto semplice, basta sapere come fare :)

PS Questo tutorial ovviamente vuole essere solo d'aiuto per tutti quegli utenti che per qualche motivo desiderano disiscriversi da Prime, e non vuol esser dunque in alcun modo un incentivo a farlo, dato che a mio avviso questo è un ottimo servizio firmato Amazon :)

domenica 15 ottobre 2017

Leggi il post

Come disse (barzellette)

Barzellette del genere "come disse", freddure divertenti:

"Fra poco collasso"...
Come disse il giocatore di scopa.

"Beato tu che vai in cielo!"...
Come disse la supposta al missile.


"Io sì che ho il pollice verde!"...
Come disse l'alieno.


"Oggi non mi sento in vena!"...
Come disse il globulo rosso.

"Ahi, ahi, ahi, che male!"...
Come disse il pisolino dopo esser stato schiacciato..

sabato 14 ottobre 2017

Leggi il post

Qualche colmo (freddure)

Ecco qualche colmo per ridere un po':

- Qual è il colmo per un musicista?
- Avere un figlio suonato!


 - Qual è il colmo per una chitarra?
- Non andare d'accordo con il suo suonatore!


- Qual è il colmo per un albergatore?
- Andare in pensione!


- Qual è il colmo per un falegname?
- Venir licenziato in tronco!


- Qual è il colmo per un Re?
- Non avere neanche un dominio su internet!