martedì 22 gennaio 2019

Il nemico alle porte

Il nemico alle porte è un film guerra, storico del 2001 diretto da Jean-Jacques Annaud, con Jude Law, Joseph Fiennes, Rachel Weisz, Bob Hoskins, Ed Harris, Ron Perlman, Eva Mattes, Gabriel Marshall-Thomson, Matthias Habich.

Il nemico alle porte

Trama

Siamo durante la seconda guerra mondiale.
La giovane recluta dell'Armata Rossa Vasilij Zajcev arriva a Stalingrado mentre la città è in gran parte occupata dall'esercito tedesco.
Qui Vasilij si distinguerà subito per essere un buon tiratore, salvando un altro soldato grazie a dei tiri mirati.
Dopo aver compiuto questa ed altre imprese, Vasilij diventerà un'icona per l'armata sovietica, tanto che si scriverà di lui come un eroe nazionale.
Per cercare di affossare il morale del nemico, l'esercito tedesco manderà un proprio cecchino nazista, con lo specifico compito di dare la caccia alla leggenda Vasilij Zajcev.

Recensione

Il nemico alle porte è un film drammatico / storico del 2001.
La pellicola parla della seconda guerra mondiale, questa volta vista dall'occhio dei Russi.
Se vi piacciono i film sui cecchini, questa è la pellicola che fa per voi.
Diverse scene di guerra, ma non frenetica con armi a ripetizione, ma più di tattica e di precisione, come si addice alla modalità di combattimento dei cecchini.
Aggiungiamoci anche una improbabile storia d'amore, ed ecco che "Il nemico alle porte" ha tutte le carte in regola per essere un film che può piacere un po' a tutti, più romanzato che storico diciamo.

Link alla scheda del film su wikipedia

lunedì 21 gennaio 2019

Gita ad Amburgo in un giorno

Era un po' di tempo che non facevo una bella gita in giornata, vero?
Ebbene, dopo le vacanze invernali, quest'anno poi non troppo lunghe, il mio primo viaggio del 2019 è stata proprio una gita di un giorno con destinazione Amburgo.
La Germania l'ho ignorata per anni, ma per fortuna grazie ai low-cost sto decisamente recuperando le mie lacune su questa bellissima nazione, le cui città sono tra le più belle d'Europa.

Vediamo quindi di parlare di questa gita ad Amburgo (Hamburg in tedesco), una città tra le più a nord della Germania, quindi potenzialmente tra le più fredde.
Fortunatamente però, nonostante il periodo invernale, non ho trovato il tanto temuto gelo, ma solo tanta tanta pioggia, che comunque non è riuscita a fermare la mia voglia di girare e fotografare questa bellissima città.

Gita ad Amburgo in un giorno


Cosa vedere ad Amburgo in un giorno


Amburgo è una città grande ma ben distribuita come cose da vedere, dato che i maggiori luoghi d'interesse si trovano tutti concentrati nella zona centrale della città, tanto che addirittura volendo potrebbe essere girata tutta a piedi.
Avendo però non troppe ore a disposizione, e considerando che nella stessa giornata avrei fatto andata e ritorno da e per l'aeroporto, ho optato per un biglietto giornaliero dei mezzi pubblici, che con soli 6.50 euro mi ha consentito di visitare le zone A e B di Amburgo, che poi sono quelle dove si concentra più o meno tutto quello che c'è da vedere.

Piccola parentesi sui mezzi pubblici di Amburgo: ho preso solo le metropolitane ma posso dire che, come ci si aspetterebbe in Germania, il trasporto pubblico è molto efficiente, puntuale e pulito.
E poi in Germania c'è un concetto diverso di controlli. Praticamente compri il biglietto o la tessera e prendi i mezzi senza alcun tornello o barriera da superare, poi sta a te aver timbrato (se necessario) ed avere un titolo di viaggio valido con te, perchè i controlli quando arrivano sono decisamente più severi e cari se non si è in regola.
Sinceramente preferisco così, che come è da noi che ti fanno perdere un sacco di tempo ai tornelli, quando poi chi non ha il biglietto comunque scavalca e praticamente nessuno gli dice niente.

metropolitana di amburgo

Futili considerazioni a parte, vediamo subito di elencare cosa ho visto in questa gita di un giorno ad Amburgo.

Mappa cose viste ad Amburgo

In questo mio viaggio ad Amburgo ho scelto di partire dai bassifondi, se così si possono chiamare.
Dall'aeroporto, direttamente con la stessa metropolitana, sono sceso nel luogo d'interesse più lontano, per poi tornare a piedi verso il centro.
Sto parlando del quartiere a luci rosse di Reeperbahn nella zona del Porto di St Pauli.
Prima che qualcuno inizi a pensare male sui perchè di questo viaggio, c'è da dire che se ci si reca in questi posti durante il giorno, soprattutto la mattina non troppo tardi, si trovano strade semi deserte, decisamente prive di quello che ogni sera attira qui migliaia di persone, residenti e non.
Tra l'altro in questa zona, sicura e ben presidiata dalla polizia, un tempo si esibivano niente poco di meno che i Beatles!

St Pauli
piazza beatles
Reeperbahn
murales
la pula non scherza
quartiere colorato
case colorate
grattacieli
panoptikum

Proseguendo poi con il mio itinerario, ho visto l'Old Elbe Park con la gigantesca statua Bismarck Denkmal Hamburg, e poi è stata la volta della chiesa più famosa di Amburgo, la bellissima Chiesa di San Michele, bella fuori ma stupenda dentro.

Bismarck Denkmal Hamburg
Chiesa di San Michele
organo gigante

Continuando, da non perdere assolutamente è almeno un giro nella famosa via dello shopping Jungfernstieg, e volendo anche un salto nei vari centri commerciali, tipo l'immenso Europa Passage.
Giunti poi nella parte più centrale della città, abbiamo il Denkmal für die Gefallenen beider Weltkriege e la piazza principale di Amburgo, ovvero la Rathausmarkt, dove troviamo il bellissimo Municipio di Amburgo, l'Alsterarkaden e la vicina St. Peter's Church.
Amburgo è anche chiamata la Venezia tedesca, in quanto viene spesso paragonata alla nostra inimitabile città.
Che dire, sicuramente il paragone è decisamente azzardato, ma la piazza centrale ed alcuni scorci qua e là, in effetti un po' mi hanno ricordato Venezia, che comunque rimane imbattuta in quanto a bellezza.

cosa strana
tipo venezia
gabbiano vista municipio
strano tizio
Denkmal für die Gefallenen beider Weltkriege
St. Peter's Church
croce con candele
Europa Passage
strano negozio

Chiudono il giro delle cose da vedere ad Amburgo, le strutture architettoniche Levantehaus Hamburg e la singolare Chilehaus.
Visto ciò, basta poi spingersi un po' più verso il porto per ammirare la città dei magazzini Speicherstadt e la zona di Hafencity.
Qui tra l'altro ho commesso un errore grandissimo. Forse distratto dalla troppa pioggia, mi sono perso lo scatto più famoso di Amburgo, quella parte dei magazzini a cavallo tra due canali che tutti fotografano.
Amen, capita, di certo non tornerò ad Amburgo solo per colmare questa lacuna :p

cavallo volante
scimmia pazza
Chilehaus
Chilehaus inside
città dei magazzini
Speicherstadt
strana casetta
bei palazzi
si vede proprio che è una città di mare
cannone sulla gente
palazzo macchiato
HafenCity Überseeboulevard
palazzoni
palazzo a triangolo
porto di amburgo
palazzo bello bello

Volendo poi, se vi avanza tempo, pare sia bellissima da vedere la minitalia d'Amburgo, un'attrazione per grandi e piccoli piena di miniature il cui nome è Miniature Wunderland.
E si, poi volendo, per gli amanti dell'arte, ci sono anche un po' di musei carini, come il museo marittimo ed il famoso Kunsthalle... che io ovviamente non ho visitato :p


Conclusioni


Amburgo è una città incantevole, non sarà come Venezia ma si difende decisamente bene, alternando diverse zone architetturamente anche molto diverse tra loro. Si va dalla tipica zona portuale, al centro storico, alla zona dello shopping, alla zona industriale, a quella piena di canali e a quella con i grandi grattacieli.
Se non siete appassionati di musei e non volete entrare per forza a visitare qualche palazzo o attrazione che comporta lunghe code, e se non avete intenzione di passare ore e ore a fare shopping, diciamo che potete visitare Amburgo tranquillamente anche in giornata, come ho fatto io.
Il segreto in questi casi è farsi prima di partire un solido itinerario, e poi seguirlo alla lettera, così da risparmiare tempo e vedere tutto quello che vi interessa, alternando lunghe camminate a giri in metropolitana.

Concludo con un po' di foto di Amburgo, in versione presentazione / slideshow su youtube... Buona visione:
https://youtu.be/SUQGIz5B5Ek

domenica 20 gennaio 2019

Leggi il post

Amburgo, la Venezia tedesca [YouTube Video]

Amburgo, la Venezia tedesca. Forse un paragone un po' esagerato, ma per certi versi molto azzeccato. Amburgo può essere paragonata alla nostra Venezia, anche se ovviamente non è così bella.

Guarda il video 'Amburgo, la Venezia tedesca'

:



Guarda il video su youtube: https://youtu.be/8IVySJSg3Os

--
Post automatico via IFTTT pubblicato il January 20, 2019 at 06:51PM da Oggi è un altro post
Leggi il post

Dall'aeroporto di Amburgo al centro città [YouTube Video]

Come arrivare dall'aeroporto di Amburgo al centro della città con i mezzi pubblici.
Dall’aeroporto di Amburgo basta prendere il treno S1 (S-Bahn metropolitana) che impiega circa 25 minuti per raggiungere la stazione centrale di Amburgo Hauptbahnhof.
La stazione della metropolitana si trova proprio all’interno dello scalo, basta seguire le indicazioni S-bahn - Trains.

Il prezzo è di circa 3 euro, ma se si fa il giornaliero per le zone A e B di Amburgo, si può arrivare in città tranquillamente con un unico biglietto economico e riutilizzabile.

Guarda il video 'Dall'aeroporto di Amburgo al centro città'




Guarda il video su youtube: https://youtu.be/_fT8WOK4lJA

L’altra opzione disponibile per raggiungere il centro di Amburgo dall'aeroporto con i mezzi pubblici è il pullman chiamato Airport Express della compagnia Jasper, che in circa trenta minuti (dipende dal traffico) collega l’aeroporto con la stazione ferroviaria centrale di Hauptbahnhof.
I pullman partono dall’aeroporto ogni 15 minuti, dalle 6.00 alle 19.00, e poi ogni 20 minuti fino alle 23.00.
Volendo c’è anche l’autobus 110 che collega l’aeroporto con la stazione ferroviaria di Ohlsdorf, dalla quale poi è possibile prendere il treno S1 (dipende dove volete andare).

--
Post automatico via IFTTT pubblicato il January 20, 2019 at 05:56PM da Oggi è un altro post
Leggi il post

Due barzellette sui Carabinieri (cc)

Due barzellette sui Carabinieri (cc).
Due vecchie ma sempre divertenti freddure sui carabinieri:

Il comandante dice al collega:
- "Appuntato, vieni dentro che piove!"
E l'altro risponde:
- "No grazie signore, sta piovendo anche qui fuori!"


- Sapete perché certi carabinieri guardano sempre in alto?
- Per vedere se passa la "volante"!

sabato 19 gennaio 2019

Leggi il post

Due barzellette divertenti (il cane e Pierino)

Due barzellette divertenti, anche se la prima utilizza un linguaggio un po' scurrile che non è certo rappresentante di questo sito :)
Comunque, eccole:

- Perché il cane si morde la coda?
- Perché gli sta sul CULO!!!


La maestra a scuola, si accorge che un ragazzino dell'ultima fila sta dormendo.
- "Tu, là in fondo" - ordina a Pierino - "Sveglia il tuo amico!"
E Pierino risponde:
- Eh no signora maestra, lei l'ha fatto addormentare, lei lo deve svegliare!"

venerdì 18 gennaio 2019

Old Boy (2003)

Old Boy è un film noir, thriller del 2003 diretto da Park Chan-Wook, con Choi Min-sik, Yu Ji-tae, Kang Hye-jeong, Ji Dae-han, Oh Dal-su, Kim Byeong-ok, Lee Seung-Shin, Yun Jin-seo, Lee Dae-yeon.

Old Boy (2003)

Trama

Oh Dae-su è un uomo qualunque, con una vita apparentemente normale ed una giovane figlia di 4 anni.
Un giorno Oh Dae-su viene inaspettatamente rapito e rinchiuso in una piccola stanza.
L'uomo, disperato e confuso, non capisce il perchè si trova prigioniero, ed alla fine finisce per rassegnarsi alla sua condizione, soprattutto quando vede che il tempo passa e che nessuno viene a liberarlo, ma c'è qualcuno che gli fa arrivare ogni giorno il cibo.
Non sapendo che altro fare, Oh Dae-su decide di allenarsi per diventare imbattibile, nell'eventualità che un giorno possa riuscire a scappare, in modo tale da potersi vendicare con i suoi rapitori.


Recensione

Old Boy è un originale film coreano del 2003, tratto dall'omonimo manga e facente parte di quella che è stata denominata come la trilogia della vendetta.
Questa pellicola è tanto particolare quanto cruenta.
In Old Boy ci sono una marea di scene di combattimento e di lotta, tutte che terminano con il sangue e con le ossa rotte.
Al di là del tema vendetta dunque, questa pellicola può anche venir catalogata come film sulle arti marziali.
Old boy è dunque adatto agli amanti dei film d'azione, a patto che piaccia anche il genere splatter molto gore.

Link alla scheda del film su wikipedia

giovedì 17 gennaio 2019

The Impossible (film)

The Impossible é un film drammatico del 2012 diretto da Juan Antonio Bayona, con Naomi Watts, Ewan McGregor, Tom Holland, Samuel Joslin, Oaklee Pendergast, Marta Etura, Sönke Möhring, Geraldine Chaplin, Ploy Jindachote.

Trama

The Impossible
Per le vacanze di Natale una famiglia occidentale che vive in Giappone per lavoro decide di recarsi in Thailandia per passare una vacanza all'insegna del sole ed il relax.
E' il 26 dicembre 2004, quando un potentissimo terremoto da via ad uno tsunami che spazza l'intera costa del sud-est asiatico, andando ad infrangersi anche nel resort thailandese dove alberga la famiglia Bennett.
Il gruppo verrà diviso e subirà ingenti ferite, ma sia la moglie che suo marito, faranno di tutto per ritrovarsi e per salvare i propri figli dalla distruzione che ha portato con sé la gigantesca onda anomala.


Recensione

The Impossible è un film drammatico del 2012 che parla delle drammatiche vicende legate allo tsunami del 2004.
Questa pellicola poteva raccontare la storia di migliaia di persone, oppure concentrarsi di più sulle scene di distruzione che hanno caratterizzato quei tristi giorni, invece si è scelto di parlare della vera storia di una famiglia scampata (ops spoiler) alla tragedia, una famiglia che però raccontando la sua storia, racconta anche quella di molte altre migliaia di famiglie che si sono trovati in mezzo a questa tragedia.
Nel complesso "The Impossible" è un buon film, anche se io personalmente un film sullo tsunami l'avrei girato in maniera un po' diversa.
Sicuramente da vedere almeno una volta.

Link alla scheda del film su wikipedia

mercoledì 16 gennaio 2019

Anarchia - La notte del giudizio

Anarchia - La notte del giudizio é un film azione, thriller, orrore, fantascienza del 2014 diretto da James DeMonaco, con Frank Grillo, Carmen Ejogo, Zoë Soul, Kiele Sanchez, Zach Gilford, Michael Kenneth Williams, Justina Machado, John Beasley, Jack Conley.

Anarchia - La notte del giudizio

Trama

Lo sfogo è una pratica instituita dal governo degli Stati Uniti, i nuovi padri fondatori, per consentire alle persone di commettere qualsiasi reato nell'arco di una notte.
Questa usanza serve a far sfogare le persone per dodici ore, ottenendo un effetto catartico che diminuisce la percentuale di crimini perpetrata nel corso dell'anno.
In questo contesto però, si ritrovano anche persone innocenti che non vogliono partecipare allo sfogo, magari rimaste intrappolate per strada o aggredite nelle loro abitazioni da gente in cerca di una vendetta senza castigo.
Per loro fortuna però, sulla loro strada capiterà Leo Barnes, un uomo armato che deciderà di aiutarli a sopravvivere a questa lunga notte.


Recensione

"Anarchia - La notte del giudizio" (The Purge: Anarchy), ovvero la notte del giudizio 2, è un film drammatico / horror del 2014.
Il seguito ufficiale del primo film su la notte del giudizio, seppur non potendo più godere dell'effetto novità / originalità della storia, è riuscito a mio avviso a superare il primo capitolo in quanto a trama interessante e personaggi carismatici.
In questa pellicola abbiamo un eroe un po' più marcato, anche se un eroe dark se vogliamo, una persona che, tirando le somme, decide sempre di fare la cosa giusta.
Aggiungiamoci anche la miglioria che comporta una visione un po' più ampia della città, con combattimenti e scontri armati nelle strade, scene di fuga, attimi di suspance dovute al doversi nascondere senza farsi scoprire, ed ecco che si esce dal classico film splatter e si sfonda un prodotto un po' più thriller ed interessante.
A mio avviso quindi, Anarchia - La notte del giudizio è the purge più riuscito della serie... per ora.

Link alla scheda del film su wikipedia

martedì 15 gennaio 2019

Come mettere foto animate su Youtube

So cosa starete per dire dopo aver letto il titolo di questo post: ma che cavolo stai dicendo Willy? Da che mondo e mondo su youtube si caricano i video!
Ebbene si, è vero, ma da un po' di tempo a questa parte sul tubo è possibile caricare anche un altro tipo di contenuto.
E' infatti ora possibile mettere foto su youtube, che siano gif animate o semplici immagini, il tutto come se fosse un qualsiasi altro social.

In realtà questa funzionalità / possibilità è già da un po' che esiste, però un tempo questa preziosa opzione era preclusa ai soli creator che avevano almeno 10000 iscritti.
Da un po' di tempo a questa parte però, anche ai comuni normali è comparso il tab community nel proprio canale, un tab a dir poco indispensabile per poter caricare foto su youtube.

Ma bando alle ciance, vediamo subito come fare.


Come mettere foto animate su Youtube


Per poter caricare immagini / foto, animate o non, su youtube, basta seguire questi semplici ed elementari passaggi, validi sia da yt app, che da yt per computer:

  1. Loggarsi su youtube
  2. Accedere al proprio canale
  3. Cercare e cliccare sulla tab community
  4. Cliccare sul box di scrittura che comparirà a video
  5. Cliccare sull'icona che rappresenta le immagini (simbolo universale)
  6. Cercare l'immagine da caricare nel proprio dispositivo, o anche solo trascinarla se si utilizza un pc
  7. Scrivere un eventuale messaggio ai propri followers
  8. Cliccare sul tasto Pubblica

Come mettere foto animate su Youtube

Tutto qui.
L'immagine postata sarà ora disponibile a tutti i propri fans, ma potrebbe anche apparire nella home di youtube di anche altre persone, come suggerimento di visione diciamo.

Attenzione però.
Se da una parte questa funzionalità apre le porte a nuove forme di intrattenimento, anche più veloci e semplici della creazione di un video, dall'altra parte bisogna stare molto attenti a non caricare immagini protette da copyright.
Non vorremo mica farci chiudere il canale dopo che ci siamo sbattuti tanto per non caricare video con musica di altri o video di altri, no?

A grandi poteri corrispondono grandi responsabilità (cit.).

Ad ogni modo, qui di seguito la video spiegazione su come mettere le foto su youtube per chi ha android:
https://www.youtube.com/watch?v=C2ZaX1D5Yg8