lunedì 10 dicembre 2018

A Star Is Born (film Lady Gaga)

A Star Is Born (film 2018) é un film drammatico, musicale, sentimentale del 2018 diretto da Bradley Cooper, con Lady Gaga, Bradley Cooper, Sam Elliott, Dave Chappelle, Andrew Dice Clay, Anthony Ramos, Bonnie Somerville, Rafi Gavron, Michael Harney.

A Star Is Born (film Lady Gaga)
Trama

Jackson Maine è una star della musica rock con gravi problemi d'alcolismo.
Ally Campana è una giovane ragazza che si guadagna da vivere con lavori umili, ma con un grande talento come cantante.
I due finiscono per incontrarsi quando Jackson va in un locale per ubriacarsi, scoprendo in quell'occasione la bella voce di Ally.
La star decide allora di dare alla giovane cantante una possibilità, invitandola ad un suo concerto per poi farla salire a sorpresa sul palco a cantare.
Inizierà così per Ally una rapida ascesa nel mondo della musica, una scalata che sembrerà andare di pari passo con il declino ed i problemi con l'alcool di Jackson.

Recensione

A Star Is Born è un film musical / romantico del 2018.
Questo è il primo film della popstar Lady Gaga, aka Stefani Joanne Angelina Germanotta, e devo dire che la ragazza se l'è cavata più che egregiamente.
Essendo che il secondo protagonista del film è un altro grande attore, ovvero Bradley Cooper (che tra l'altro è anche il regista), sotto l'aspetto interpretativo non si può proprio dire niente a questa pellicola.
Purtroppo però, "A Star Is Born" pecca di originalità nella trama, che risulta davvero scontata e stravista.
Magari una pellicola del genere può fare breccia su qualche teenager, ma un cineasta un po' navigato, anche se amante dei drammi romantici, potrebbe trovare questo film un po' troppo poco originale.
Comunque per essere il film d'esordio di Lady Gaga, davvero niente male dai.

Link alla scheda del film su wikipedia

domenica 9 dicembre 2018

Leggi il post

Due barzellette sui cani

Due vecchie barzellette sui cani, freddure sugli animali, risata assicurata:

- Cosa fa un cane nel deserto?
- Un hot dog!


Un signore passeggia per strada, quando improvvisamente nota uno strano cane con un semaforo nel sedere.
Così, molto incuriosito, domanda al proprietario:
- "Scusi, ma che cane è?

Ed il proprietario risponde:
- "E' un incrocio!"

sabato 8 dicembre 2018

Leggi il post

Due barzellette sui cc (carabinieri)

Due barzellette sui cc (carabinieri), vecchie ma belle:

Due Carabinieri sulla riva del mare:
- Appuntato, che pesci sono quelli?
- Squali!?
- Squelli!


C'è un carabiniere al pronto soccorso.
Arriva la dottoressa e gli domanda:
- Scusi perché si tappa le orecchie?
Ed il carabiniere replica:
- Così non sento male!

venerdì 7 dicembre 2018

Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare

Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare è un film avventura, commedia, fantastico del 2011 diretto da Rob Marshall, con Johnny Depp, Penelope Cruz, Ian McShane, Geoffrey Rush, Kevin McNally, Sam Claflin, Àstrid Bergès-Frisbey, Stephen Graham, Richard Griffiths.

Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare

Trama

Ancora una volta, il capitano pirata Jack Sparrow si troverà nei guai a causa di sortilegi e leggende marittime.
Questa volta la missione sarà quella di dover raggiungere la Fonte della Giovinezza, un luogo leggendario che si narra possa racchiudere il potere per la vita eterna.
Ad affiancare Jack Sparrow ci saranno sia amici che rivali del passato, quali il pirata Hector Barbossa, ma anche il temibile pirata Barbanera.
Ovviamente il viaggio di Jack non sarà privo di pericoli ed imprevisti di ogni genere.

Recensione

"Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare" è un film d'avventura / fantastico del 2011.
Seguito ufficiale di Ai confini del mondo, questo ennesimo film della saga del pirata Jack Sparrow, secondo me, inizia a segnare un po' il declino della serie.
Oltre all'evidente povertà d'idee nella trama, si sente la mancanza nel cast di alcuni dei protagonisti, che forse hanno deciso di abbandonare la nave prima che affondi.
Questo è il classico film che puzza di vecchio, come se fosse un qualcosa di già visto e troppo sfruttato, un qualcosa che richiama con amarezza i bei tempi che furono.
Ricapitolando dunque, se siete appassionati sfegatati della serie non potete comunque non guardare questo film, ma se non lo siete, "Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare" potrà sembrarvi un tantino troppo riciclato e poco accattivante.

Link alla scheda del film su wikipedia

giovedì 6 dicembre 2018

Leggi il post

Come sapere se una chiave è presente in un array php

Era un po' che non facevo un post sul php, quindi eccomi qui con questa breve guida pratica su come scoprire se una chiave è presente in un array.
Può infatti capitare di non essere a conoscenza di uno specifico valore (value) di un array, ma di conoscerne invece la chiave (key). Ecco che quindi il php ci viene in contro con una specifica funzione che ci consente di riconoscere se una chiave è contenuta all'interno di un array.

Vediamo subito come fare


Come sapere se una chiave è presente in un array php


La sintassi che consente di scoprire se una key è presente in un array php, è molto semplice.
Eccola qui di seguito:

array_key_exists(chiave, array);

Grazie infatti alla funzione php array_key_exists è possibile, passando come primo parametro la chiave da ricercare e come secondo il nome dell'array in cui cercare, scoprire se una determinata key è presente in un array (exists, per l'appunto).

Questa funzione restituisce semplicemente true o false, quindi può essere utilizzata in tutti casi in cui si deve, ad esempio, verificare l'esistenza di un indice array prima di aggiungere un nuovo elemento ad un array.

Se invece si conosce il valore dell'array e non la key, basta utilizzare questo metodo per verificarne l'esistenza.

Bene, è tutto, buon coding con il key exist php array.

mercoledì 5 dicembre 2018

Chernobyl e Pripyat: turismo estremo

Avete mai sentito parlare di "turismo estremo"?
Stando a Wikipedia: "Il turismo estremo è una particolare tipologia di turismo caratterizzata da viaggi in luoghi del mondo comunemente considerati pericolosi o ad alto rischio. Una prima categoria viene data a quell'attività turistica in cui la pericolosità viene data dalla natura selvaggia dell'ambiente in cui il turismo estremo viene praticato in concomitanza con sport estremi o action sport. Una seconda categoria di turismo estremo è data dalla pericolosità di luoghi visitati a causa di avvenimenti particolari causati dall'uomo. Tra le mete più celebri del turismo estremo c'è la zona di Černobyl' e la città abbandonata di Pryp"jat'." (cit.)

Ed è proprio di Chernobyl e di Pripyat che voglio andare a parlare in questo post, dato che quando ho visitato Kiev, mi sono deciso a fare la mia prima esperienza di turismo estremo, visitando la zona d'esclusione dove più di 30 anni fa è successo il disastro nucleare di Chernobyl.

Chernobyl e Pripyat: turismo estremo


Come visitare Chernobyl


Se avete visto il film horror Chernobyl diaries magari vi siete fatti un'idea un po' sbagliata su questi tour di turismo estremo.
Per visitare Chernobyl infatti, non è sufficiente noleggiare una macchina e partire, ma occorre ottenere uno speciale permesso che solo i tour organizzati ufficiali possono richiedere.
Questo perchè, seppur sono passati più di trent'anni dal disastro nucleare che ha terrorizzato il mondo intero, la cosiddetta zona d'esclusione non è ancora del tutto decontaminata.

Non c'è da avere paura però.
Se da una parte la zona fino a 30km dalla centrale nucleare di Chernobyl è chiusa al pubblico e non abitabile, se ci si reca per una gita di un giorno (o anche due) non c'è da avere assolutamente timore di contaminarsi.
Infatti, il livello di radiazioni che si assorbe visitando oggi Chernobyl è inferiore a quello che ci si becca facendo un volo intercontinentale.

Tutto questo però, a patto che si seguano le rigide regole che vengono spiegate ad inizio tour.
Per citarne qualcuna: è vietato visitare Chernobyl con indumenti che non coprono completamente il corpo (ad esempio i pantaloncini corti e le infradito), è vietato toccare o raccogliere oggetti, è vietato entrare se si è sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, è vietato fare foto nei posti di blocco ed ai militari, e dal 2012 è vietato entrare negli edifici (ufficialmente perchè ci sono le radiazioni, ufficiosamente perchè ci sono stati dei crolli ed alcuni palazzi non sono più sicuri).
Se si rispettano queste regole di buon senso, si può tranquillamente visitare Chernobyl e tornare a casa senza alcun problema, anche perchè a fine tour ci sono ben 2 controlli di radioattività.

controllo di radioattività

Quando ho fatto io il tour, la guida ci ha raccontato di una ragazza che si era contaminata perchè per fare una foto si era sdraiata per terra mezza nuda... non so dire che fine abbia poi fatto questa ragazza in effetti :p

Comunque, se siete interessati a visitare Chernobyl e la città abbandonata di Pripyat, vi basterà fare una ricerchina su google per trovare fior fior di tour organizzati.
Questi tour differiscono sul prezzo in base a quello che offrono ed al numero di tappe che vi propongono, o ai gadget richiesti (es il contatore geiger per misurare le radiazioni o il pasto incluso).

contatore geiger


Cosa vedere in un Chernobyl Tour


Al di là del tour che sceglierete di fare, 5 sono le cose assolutamente da non perdere secondo me: il villaggio abbandonato di Zalissja, quel che resta del villaggio di Kopachi, the secret soviet object Chernobyl-2 (il radar "DUGA-1"), la città abbandonata di Pripyat, ed il sarcofago del reattore 4 della centrale nucleare di Chernobyl.

libro abbandonato
villaggio abbandonato
forno abbandonato
bambola radioattiva
DUGA-1
casa horror
bambinaia abbandonata
il sarcofago
cartello città
come era e come è
scuola abbandonata
murales di stalkers
macchina lunapark radioattiva
palazzo abbandonato
ruota panoramica pripyat

Poi quasi tutti i tour mettono anche la red forest (la foresta rossa), ma al di là del fatto che è suggestivo misurare le forti radiazioni nucleari presenti in quello specifico punto tramite il contatore geiger, e fare i selfie davanti al cartello che delimita la zona radiaottiva, non c'è poi molto da vedere/fare.

red forest

Purtroppo questi tour (o almeno quelli meno cari) sono quasi tutti in lingua inglese, quindi bisogna masticare un po' l'english per poter capire quanto la guida spiega dei posti che visitate.
Alcune storie sono davvero toccanti e fanno scoprire ad un mondo magari ignaro, figure cruciali come quelle dei liquidatori, che di fatto si può dire che, insieme ad altri eroi che sacrificarono la loro vita in quei terribili giorni, salvarono il mondo da un destino radioattivo ben peggiore.
A questi eroi è dedicato un monumento alla memoria, e se il vostro tour lo contempla, vedrete anche qualche macchina robotica utilizzata ai tempi per fronteggiare l'emergenza.

monumento agli eroi di chernobyl
robot di chernobyl


Conclusioni sul viaggio a Chernobyl


Che cosa dire di questo viaggio estremo all'avventura nelle città abbandonate nella zona di Chernobyl?
Semplicemente wow!
Dei tanti viaggi fatti, questa esperienza è sicuramente una delle poche che si può raccontare in giro come un qualcosa di unico, che in pochi ancora hanno fatto.
Nonostante ci siano gite organizzate per Chernobyl praticamente ogni giorno, sono ancora in pochi quelli che hanno avuto il coraggio di affrontare questo viaggio.
Questo è un viaggio nella storia, che ti porta indietro nel tempo.
Basti pensare alla visita all'imponente radar segreto sovietico Duga-1, che era attivo durante la guerra fredda, e che ora è abbandonato a sé stesso ed è diventato un'attrazione turistica.
O anche camminare per le vie di una città abbandonata come Pripyat, guardando le foto di come era un tempo, e di come la natura se la sia ripresa... brrr, davvero, un'esperienza da brividi, da film horror.

Tra l'altro ho poi scoperto l'esistenza di un gruppo chiamato S.T.A.L.K.E.R.S. che sarebbero un gruppo di giovani avventurieri che entra abusivamente nella zona d'esclusione per passare la notte nei palazzi radioattivi... gesto un po' folle e rischioso a mio avviso... ma decisamente accattivante devo ammetterlo.

Concludendo, se volete fare una gita unica, che quasi sicuramente nessuno dei vostri amici ha mai fatto, non lasciatevi scappare il Chernobyl Tour, con tanto di certificato di frequenza :p

diploma di Chernobyl Tour

Attenzione però, se avete intenzione di fare questa gita da Kiev, preventivate almeno un giorno pieno per farlo, perchè a meno che non paghiate per un costosissimo tour privato, non troverete alcun volo che arrivi abbastanza presto e che parta abbastanza tardi per compiere il giro di Chernobyl e tornare indietro in tempo per prendere l'aereo.

Qui di seguito le foto di Chernobyl e di tutto quello che ho visto in questa fantastica gita di un giorno all'avventura ed alla scoperta dell'affascinante mondo del turismo estremo:
https://youtu.be/I1lTPg8WQgU

martedì 4 dicembre 2018

La signora dello zoo di Varsavia

La signora dello zoo di Varsavia è un film drammatico, biografico del 2017 diretto da Niki Caro, con Jessica Chastain, Daniel Brühl, Johan Heldenbergh, Val Maloku, Michael McElhatton, Iddo Goldberg, Goran Kostic, Shira Haas, Efrat Dor.

La signora dello zoo di Varsavia

Trama

Durante l'occupazione nazista, Antonina Żabiński e suo marito Jan Zabinski, direttore dello zoo di Varsavia, decidono di fare del loro meglio per cercare di aiutare gli ebrei prigionieri nel ghetto.
Il loro zoo, di giorno è una sorta di base / deposito dei nazisti, la sera si trasforma in un'oasi felice per persone perseguitate, che durante la giornata vivono in silenzio nei sotterrani della tenuta.
I proprietari dello zoo infatti, soprattutto il marito di Antonina, si danno da fare per sottrarre di nascosto ebrei dal ghetto, ospitandoli fino a quando non sono pronti i documenti necessari per farli fuggire all'estero.
Questa attività è ovviamente molto rischiosa, e se la coppia verrà scoperta rischierà di finire uccisa insieme alle persone che amano.

Recensione

"La signora dello zoo di Varsavia" è un film drammatico/storico del 2017, il cui tema è l'occupazione nazista durante la seconda guerra mondiale.
Questo ennesimo film sui nazisti è ambientato in uno stato occupato con la forza, in una città martoriata dalla guerra.
In questa pellicola si vuole far vedere ancora una volta, come l'esercito occupante sia prepotente e prevaricatore, trattando di fatto i cittadini come degli schiavi a cui poter chiedere qualsiasi favore.
Nel complesso un buon film, anche se un po' noioso in alcune sequenze.
Se proprio devo fare una critica a questa pellicola, questa va al titolo "La signora dello zoo di Varsavia", che trovo molto ingiusto nei confronti del marito della donna, che di fatto fa il 90% del lavoro di salvataggio degli ebrei, rischiando molto di più in prima persona.

Link alla scheda del film su wikipedia

lunedì 3 dicembre 2018

Le colline hanno gli occhi 2

Le colline hanno gli occhi 2 é un film orrore, fantascienza del 2007 diretto da Martin Weisz, con Michael McMillian, Jessica Stroup, Daniella Alonso, Jacob Vargas, Lee Thompson Young, Michael Bailey Smith.

Le colline hanno gli occhi 2

Trama

Nel deserto del Nuovo Messico si cela un terribile pericolo.
Alcuni uomini mutanti, deformi a causa delle radiazioni subite e tramandate per via dei test nucleari svolti dal governo, vive nascosta nelle grotte di angusti canyon, depredando ed uccidendo chiunque gli capiti a tiro.
A questi mostri da la caccia una base operativa fatta di soldati e ricercatori, un gruppo di cui però si perde presto traccia.
Verrà dunque mandato sul posto uno squadrone di giovane reclute militari, con lo scopo di indagare ed eventualmente soccorrere il personale della base.
I soldati, non ancora del tutto preparati, si troveranno a dover affrontare un nemico che va ben oltre alle loro possibilità.


Recensione

Le colline hanno gli occhi 2 è un film horror del 2007, diretto da Martin Weisz.
Questo è il seguito ufficiale del primo capitolo, una pellicola che parte da una storia innovativa (ma già un remake di un vecchio film) sugli effetti delle radiazioni e dei test nucleari.
So che questo film è stato un po' un flop come critica ed ai botteghini, e per questo motivo è forse stata abbandonata l'idea di farne anche un terzo capitolo, tuttavia devo dire che questo seguito l'ho trovato più interessante del primo film.
La storia non è più una novità, è vero, ma il ritmo è ben calibrato, le uccisioni sono belle e splatter, e la location, sia esterna che interna, è davvero suggestiva e ben azzeccata.
Insomma, il film "Le colline hanno gli occhi 2" mi è piaciuto e ve lo consiglio... se vi piace il genere.

Link alla scheda del film su wikipedia

domenica 2 dicembre 2018

Leggi il post

L'elefante ed il cammello (barzelletta)

Una simpatica barzelletta sugli animali:

Siamo nella giungla.
Un elefante incontra un cammello e gli dice con tono ironico:
- "Ma hai le tette sulla schiena? Ahahah"
Ed il cammello risponde prontamente:
- "Ma guarda te se me lo deve venire a dire uno che ha il pisello in faccia!"

sabato 1 dicembre 2018

Leggi il post

Tre barzellette sui nomi (lol)

Tre simpatiche barzellette sui nomi, risate old style:

- Come si chiama la più grande prostituta americana?
- KALATEMY JEANS


- Come si chiama il più grande freddoloso tedesco?
- OTTO MAJE


- Come si chiama il Santo protettore degli ubriachi?
- San Buca