sabato 2 ottobre 2021

Come avere il Green Pass senza il Vaccino

Come ormai tutti sanno, dal 15 ottobre 2021 in tutta Italia, per poter lavorare sarà obbligatorio mostare l'ormai conosciutissimo Green Pass.
Se però per qualche motivo non hai ancora fatto il vaccino per ragioni mediche o motivazionali, e non sei in possesso di un'esenzione medica ufficiale che attesti che non ti puoi vaccinare, c'è ancora una possibilità per te per poter continuare a lavorare senza il Green Pass, ed ora te la illustrerò.



Come avere il Green Pass senza il Vaccino

Come avere il Green Pass senza il Vaccino


Se dal 15 ottobre non vuoi esser lasciato a casa perchè non hai voluto o potuto fare il Green Pass, o perchè magari ti sei convinto troppo tardi ed hai fatto la prima dose di vaccino non considerando che ci vogliono 15 giorni prima che il greenpass sia attivo, ecco l'unica soluzione che hai a disposizione:
fare un tampone che attesti la tua negatività al Coronavirus.

Il Governo ha infatti dato la possibilità a chi non si è ancora vaccinato contro il covid-19, di poter continuare a lavorare e percepire lo stipendio, dimostrando però di non essere infetti dal virus, e questo grazie all'utilizzo di tamponi ogni 48 o 72 ore, a seconda del tipo di test scelto.

Vediamo qualche dettaglio tecnico in più per capire che tampone fare e quanto questo dura:
Il test naso-faringeo può essere sia molecolare che antigienico (detto anche rapido).
La validità del green pass ottenuto col tampone rapido è di 48 ore dal momento dell’esecuzione, mentre quella del tampone molecolare è stata estesa a 72 ore.

Quindi, a seconda del tipo di test che sceglierete di fare, in farmacia o in un centro specializzato, il vostro green pass durerà 48 o 72 ore.
Facendo dunque un paio di calcoli, con il test rapido si potrà andare al lavoro regolarmente facendo 3 tamponi a settimana, mentre facendo il tampone molecolare classico ne basteranno due.

Il costo dei tamponi dovrebbe essere di 15 euro per gli adulti e di 8 euro per i giovani dai 12 ai 18 anni, sperando che nessuno faccia il furbo sul prezzo.
Se poi l'idea di farvi infilare un tampone nel naso 2 volte a settimana non vi aggrada, dovete sapere che solo per il test di tipo molecolare (non rapido) è valida per il green pass anche la sua variante tramite test salivare.

Queste informazioni sono ovviamente valide alla data di pubblicazione del post, ma sarà mia cura scrivere nei commenti eventuali variazioni.
Quello che è certo è che il tutto è valido fino al 31 dicembre 2021, data in cui dovrebbe terminare lo stato d'emergenza... poi si vedrà!

L'invito del governo e degli esperti di sanità è ovviamente quello di vaccinarsi per contribuire all'estinzione del virus.

sabato 7 agosto 2021

Una delle piazze più belle d'Italia (Vigevano)

Con il covid che avanza e tutte le complicazioni che ne derivano in fatto di viaggi, andare all'estero è diventato decisamente complicato, quindi ho colto l'occasione per colmare alcune lacune inerenti a luoghi in Italia che non avevo mai visitato, come la vicina quanto affascinante Vigevano.


Vigevano è un comune italiano di 62000 abitanti circa, della provincia di Pavia, in Lombardia.
Noto centro industriale, Vigevano è nota per essere stata a lungo uno dei principali centri di produzione di scarpe nel mondo, guadagnandosi addirittura l'appellativo di "capitale della scarpa".
La struttura del centro storico di Vigevano è fortemente medievale, ricca di viottoli e piazzette, con un castello ed una piazza che da soli valgono la visita.

Una delle piazze più belle d'Italia (Vigevano)


Cosa vedere a Vigevano


Come si evince dal titolo del post, la principale attrazione di Vigevano è la piazza Ducale, a detta di molti una delle più belle piazze d'Italia.
A dominare la piazza c'è la famosa torre del Bramante, sulla quale è possibile salire per ammirare il panorama della piazza e della città, e dalla quale si può anche avere una visuale dall'alto della famosa cattedrale di San Ambrogio.
Come se non bastasse, direttamente dalla piazza Ducale è possibile accedere gratuitamente ad alcune zone del castello Sforzesco, un'altra delle attrazioni più famose della città.

Completano le cose da vedere in questa piccola cittadina, la chiesa di San Francesco d'Assisi con la pittoresca fontana di San Francesco, il palazzo Sanseverino, il Parco Parri ed il vicino monumento al Calzolaio d'Italia.

canali
locande medievali
bella chiesa
chiesa pittoresca
laghetto
centro storico
chiesa bella
cortile del castello
castello sforzesco
colonne
piazza ducale
è un alpino?
sotterranei di approdo del re
strada coperta



Conclusioni


Vigevano e la sua bellissima piazza Ducale, così come il castello Sforzesco, valgono sicuramente una visita a questa sottovalutata cittadina a due passi da Milano.
Lo stesso castello sforzesco l'ho trovato addirittura più interessante dell'omonimo di Milano, soprattutto grazie alle lunghe e pittoresche strade coperte che riportano chi le percorre ai tempi dei cavalieri, o che più banalmente ci fanno sentire come i protagonisti di una puntata del trono di spade.
Avevo letto un gran bene di questa cittadina e non posso che confermare, va visitata almeno una volta, magari abbinando la gita in città con quella al vicino fiume Ticino.

Concludo con il consueto album di foto di Vigevano in 4K su youtube slideshow:
https://youtu.be/D35DMiyJ97w

venerdì 6 agosto 2021

Visitare la città fantasma vicino a Milano (Consonno)

Forse non tutti sanno, che poco distante da Milano, raggiungibile in treno e con una camminata di un'oretta e mezza, c'è una vera e propria città fantasma!
Un paese abbandonato arroccato su una piccola montagna con un fascino unico ed un po' misterioso.

Visitare la città fantasma vicino a Milano (Consonno)


Consonno, la città fantasma


Consonno è una frazione del comune di Olginate, in provincia di Lecco, che negli anni sessanta passò da essere un piccolo paesino sconosciuto, a "città dei balocchi", la Las Vegas della Brianza, per mano del visionario Conte Mario Bagno.
Questo sogno però durò poco e la piccola città, anche a causa di una frana verificatasi nel 1976, fu abbandonata e diventò una vera e propria città fantasma.

Consonno, la città fantasma



Come arrivare a Consonno in treno da Milano


Per arrivare a Consonno da Milano basta prendere un treno dalla stazione di Porta Garibaldi e scendere alla stazione di Calolziocorte-Olginate, dopo poco più di 1 ora e venti di viaggio.
Una volta scesi dal treno, vi basterà camminare per mezz'oretta tra le due città fino ad arrivare all'inizio del percorso vero e proprio, una salita non troppo ripida che di solito è chiusa al traffico auto e che molti scelgono d'affrontare comodamente in moto.
Salendo invece a piedi, in un'oretta circa sarete arrivati alla città fantasma di Consonno.

Come arrivare a Consonno in treno da Milano
l'inizio del percorso per consonno


Cosa vedere nella città fantasma di Consonno


Consonno è una cittadina molto piccola e la si visita tutta in un'oretta, due se ce la si prende comoda.
Le cose da vedere sono il minareto, il cimitero, le case abbandonate, la Chiesa Di San Maurizio, l'Hotel Plaza.
Fate però attenzione mentre la visitate, perchè diversi edifici sono pericolanti e non tutti gli ingressi sono sbarrati anche se oggettivamente poco sicuri.

rovine
il minareto
pare chernobyl
tutto decadente
graffiti
fuori dal minareto
dentro la cupola del minareto
la cisterna
il furgone abbandonato
decadimentos
muri imbrattati
la chiesa di consonno


Tra le altre cose da non perdere visitando la città fantasma di Consonno, ci sono i vari cartelli che ne elogiano la grandezza.
Essendo disseminati per tutte le strade d'accesso direi che è impossibile non notarli, anche se non sempre si leggono bene.


Cartelli di Consonno


Conclusioni


La gita a Consonno è stata un piacevole diversivo rispetto alle classiche visite a cittadine vicino a Milano o trekking vari, in quanto questo breve viaggio in termini di chilometri è però stato in grado di portarmi indietro nel tempo, di farmi vedere una città fantasma apparentemente abbandonata e spettrale, che però lascia anche spazio all'immaginazione ed alla fantasia di pensare a quei luoghi nel pieno del loro splendore.
Se poi ci aggiungiamo il fatto che Consonno è arroccata su un monte e che gode del panorama della vallata, direi che vale sicuramente la piccola fatica della salita da affrontare per arrivare a destinazione, anche per chi come me non è molto allenato.
Gita consigliata anche alle famiglie, ma occhio a tenere a bada i figli più piccoli perchè ci sono diversi punti un po' pericolosi.

Vi lascio con la video recensione di Consonno la città fantasma:
https://youtu.be/Za-v18v4KKk

venerdì 23 luglio 2021

Cosa vedere a Dublino (Irlanda 2020)

Dublino (Dublin, Baile Átha Cliath, liberamente tradotta in "città del guado della staccionata") è la capitale della Repubblica d'Irlanda, nonché la città più grande e popolata dell'intera isola, con circa 554.500 abitanti (escludendo l'area metropolitana, altrimenti si supera il milione d'abitanti).
Fondata dai vichinghi come centro di commercio di schiavi e situata sulla foce del fiume Liffey, Dublino è al centro della costa orientale dell'isola, ed è affacciata sul mare d'Irlanda (Irish Sea).

Ho deciso di visitare questa affascinante città irlandese nell'agosto del 2020 in pieno covid ma quando ancora si poteva viaggiare, ma soprattutto quando da loro la situazione era decisamente più rosea che da noi.
Questa scelta è stata incredibilmente azzeccata in quanto, oltre ad aver trovato meno gente, ho anche speso poco per visitare una delle città più affascinanti del nord Europa.

Cosa vedere a Dublino (Irlanda 2020)


Cosa vedere a Dublino


Dublino
è una città relativamente semplice da visitare con i mezzi pubblici, e se non siete interessati ai musei, per vedere i vari luoghi d'interesse potrebbe bastarvi anche solo un giorno.
Qui di seguito l'elenco delle principali attrazioni di Dublino:

Cattedrale di San Patrizio, Castello di Dublino, Cattedrale di Christ Church, Merrion Square Park, National Gallery of Ireland, National Library of Ireland, St Stephen's Green park, Trinity College, Molly Malone Statue, Guinness Storehouse, la zona di Temple bar, Ha'penny Bridge, The Spire, General Post Office, Garden of Remembrance, The Famine Memorial, The Jeanie Johnston, Custom House Quay.

chiesa dublino
strana statua
porta viola
the spire
dublin
statua in centro
centro di dublino

bella dublino
statua di donna
l'uomo nella roccia
statue di culto
bel pavimento
sala lusso
la barriera
carrozza
giardino power
bel design
spettacolo
statua panchina
bel palazzo
dublino irlanda
in città
palazzo colorato
bel ponte
il veliero
state inquietanti
zona poco raccomandabile
statue a riposo
palazzo pittato
murales
like amsterdam
bella foto di dublino
tipico autobus a 2 piani

Tutti questi luoghi sono raggiungibili tranquillamente con i mezzi pubblici, ma anche a piedi essendo quasi tutti concentrati verso il centro città.
Dublino è infatti una città molto semplice da girare, per cui anche se avevo a disposizione due giorni, alla fine ho optato per dedicare un solo giorno alla visita della città, e l'altro dedicarlo ad una gita fuori porta nell'affascinante cittadina di Howth.



Conclusioni


La città di Dublino è stata per me una prima esperienza d'Irlanda, ed anche se si tratta solo di un assaggio che nulla ha a che vedere con le bellezze naturali che questo paese ha da offrire (alcune delle quali scelte addirittura come location per Il trono di spade), è stata comunque una buona esperienza di viaggio.
Se avete già visitato qualche città inglese, Dublino vi darà quella sensazione di dejavù, pur mantenendo una sua anima ed identità ben precisa e marcata, che brilla per la bellezza della sua zona portuale ed ha come ciliegina sulla torta dei parchi cittadini davvero degni di nota.
Se però dovessi trovare un difetto di questa città, forse direi che in centro ho visto un po' troppi ragazzi sregolati... se vogliamo dirla così ;-) Ma Dublino è anche una città di divertimento e quindi ci sta.
Nel complesso quindi il viaggio a Dublino mi è piaciuto, e anche se non credo che ci tornerei se non come base per visitare il resto dell'Irlanda, direi che è comunque una città che vale la pena vedere almeno una volta.

Concludo con il solito album con le foto di Dublino in formato slideshow per youtube:
https://youtu.be/nsniHjWuYjI