Visualizzazione post con etichetta wordpress. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta wordpress. Mostra tutti i post

mercoledì 8 novembre 2017

Come risolvere problema permalink wordpress

Se hai migrato un sito wordpress, magari utilizzando questo metodo, forse potresti avere qualche problemino sugli url del tuo sito, e riscontrare che i permalink non funzionano.
E' il caso in cui, cliccando su un link interno che porta a delle sottocartelle, al posto di aprirsi il sito, si vede una brutta schermata priva di grafica, come se non fossero stati caricati i fogli di stile, una schermata che in generale ricorda molto la classica "pagina non trovata" (errore 404).

Vediamo dunque come risolvere questo problema di permalink wordpress, perchè di questo si tratta in realtà, e la soluzione è decisamente più rapida e semplice di quello che si possa mai pensare.

Come risolvere problema permalink wordpress

Come risolvere il problema permalink di wordpress


Per poter sistemare i permalink errati su wordpress, ovvero tutti quegli url che normalmente dovrebbero funzionare, ma che invece riportano a video un messaggio tipo "Oops! That page can’t be found" (404 error), basta agire così:
  1. Collegarsi al pannello di controllo di wordpress
  2. Cliccare su Impostazioni
  3. Cliccare su Permalink

Adesso non basterà far altro che salvare senza cambiare niente, ed i permalink torneranno a funzionare come per magia... almeno se il problema di fondo era dovuto, come nel mio caso, ad una migrazione sito wordpress.

Ovviamente è anche possibile decidere di cambiare tipo di formato link del proprio sito, seguendo questo tutorial.
Il mio consiglio comunque, è quello di non cambiare mai il formato link dopo che il sito web è già stato messo online ed indicizzato da google... pena, la perdita di qualche visitatore per un po' di tempo.

Bene, Wordpress Permalink fix: Done!

giovedì 12 gennaio 2017

Leggi il post

Come disattivare aggiornamenti automatici wordpress

L'altro giorno mi è arrivata un'inaspettata email da un mio sito wordpress di prova, che mi segnalava il fatto che il mio wordpress era stato aggiornato in automatico all'ultima versione (in realtà non proprio all'ultima).

La mail diceva più o meno così:
"Salve! Il tuo sito su INDIRIZZOSITO è stato aggiornato automaticamente a WordPress 4.5.5.
Per altre informazioni sulla versione 4.5.5 vedi la schermata Informazioni su WordPress:
INDIRIZZOSITO/wp-admin/about.php
è ora disponibile WordPress 4.7.1 L'aggiornamento è semplice e richiede poco tempo:
INDIRIZZOSITO/wp-admin/update-core.php
Se hai problemi di qualsiasi tipo o hai bisogno di aiuto, i volontari dei forum di supporto su ...
Mantenere il tuo sito aggiornato è importante per la sicurezza. Rende inoltre Internet un posto più sicuro per te e i tuoi lettori.
Il team di WordPres
s"

Al di là del fatto che concordo sul fatto che un sito wordpress che si rispetti, per essere sempre sicuro, deve essere costantemente aggiornato, c'è però da dire che gli aggiornamenti di wordpress è sempre meglio farseli da soli.
Perchè? Bè, ad esempio perchè qualche plugion o componente personalizzato, potrebbe essere incompatibile con la nuova versione di wordpress installata.
Quindi è sicuramente cosa buona e giusta disabilitare gli aggiornamenti automatici di wordpress... vediamo dunque come fare.


Come disattivare aggiornamenti automatici wordpress


Per disabilitare tutti gli aggiornamenti automatici di wordpress, basta andare nel wp-config.php del sito in questione, ed aggiungere la seguente riga di codice:

define('AUTOMATIC_UPDATER_DISABLED',true);

Così facendo, da ora in poi, tutti gli aggiornamenti automatici del nostro sito wordpress saranno stati disattivati.

Ma se volessimo invece fare un'operazione un po' più mirata e disabilitare solo alcuni aggiornamenti?

Per disattivare solo l'aggiornamento automatico del core di wordpress ad esempio, possiamo scrivere così nel nostro wp-config.php:
define('WP_AUTO_UPDATE_CORE',false);
add_filter('auto_update_plugin', '__return_true');
add_filter('auto_update_theme', '__return_true');


Per disabilitare solo l'aggiornamento automatico dei plugin wordpress:
define('WP_AUTO_UPDATE_CORE',true);
add_filter( 'auto_update_plugin', '__return_false');
add_filter( 'auto_update_theme', '__return_true');


Per disabilitare solo l'aggiornamento automatico dei temi wordpress:
define('WP_AUTO_UPDATE_CORE',true);
add_filter('auto_update_plugin', '__return_true');
add_filter('auto_update_theme', '__return_false');


E per disabilitare l'aggiornamento automatico delle traduzioni wordpress?
add_filter('auto_update_translation', '__return_false');

Sugli aggiornamenti del core di wordpress poi, si potrebbe anche entrare un po' più nel dettaglio, decidendo se abilitare o disabilitare gli aggiornamenti:
Di sviluppo: add_filter( 'allow_dev_auto_core_updates', '__return_true' );
Maggiori: add_filter( 'allow_major_auto_core_updates', '__return_true' );
Minori: add_filter( 'allow_minor_auto_core_updates', '__return_false' );

Ovviamente, modificando questo codice, potrete fare tutte le combinazioni che volete, disattivando l'aggiornamento automatico di temi e plugin wordpress ma non il core, disabilitando solo core e plugin ma temi no, ecc...

Se avete capito queste brevi nozioni, abilitare o disabilitare gli aggiornamenti wordpress, ora dovrebbe essere una passeggiata per voi.

lunedì 14 novembre 2016

Aumentare dimensioni file caricabili su Wordpress sotto Wamp

Su Wordpress, ma nel php in generale, le dimensioni massime dei file caricabili, sono settate di default ad un valore che potrebbe aggirarsi sui 2M (mega).
Spesso però questo parametro non basta a garantire il caricamento sul nostro sito wordpress (e non) di file di grosse dimensioni, vediamo quindi come superare questo limite.


Come aumentare le dimensioni dei file caricabili su Wordpress sotto Wamp


Per un sito php standard, per poter aumentare le dimensioni dei file da caricare online, basta modificare il file di configurazione chiamato 'php.ini'.

Nel php.ini cercare e modificare/aumentare a vostra discrezione i seguenti parametri:
memory_limit = 32M
upload_max_filesize = 20M
post_max_size = 32M


Dopodichè, riavviare apache (o il webserver che state usando), per rendere effettive le modifiche.

Su wamp però, la cosa è un filino più complicata, nel senso che anche modificando il file php.ini presente nel percorso standardard (es: C:\wamp64\bin\php\php5.6.16\php.ini), le modifiche non vengono percepite neanche dopo il riavvio di Apache.

Infatti, caricando un file su wordpress sotto wamp che superi le dimensioni massime consentite, viene fuori il seguente messaggio:
"Dimensione massima di caricamento file: 2 MB.
NOMEFILE.ESTENSIONE supera la dimensione massima di caricamento per questo sito."


Quindi, per poter modificare le dimensioni massime di un file caricabile su wordpress sotto wamp (windows, apache, mysql, php), occorre modificare il php.ini presente su un altro percorso, questo:
C:\wamp64\bin\apache\apache2.4.17\bin\php.ini

Ovviamente il percorso esatto dipende dalla versione di apache che avete installato sul vostro server.
Inoltre, non si tratta di un vero e proprio php.ini / file di testo, o meglio si, ma più precisamente si tratta di un file di tipo collegamento (.symlink).

Aumentare dimensioni file caricabili su Wordpress sotto Wamp


Un altro modo per trovare velocemente questo php.ini da modificare, è quello di cliccare con il tasto sinistro sull'icona di wamp, e poi cliccare su php ed infine su php.ini.

Increase File max size Worpdress Wamp

Questo è in fatti il metodo universale per modificare il php.ini sotto Wamp.
Tuttavia questo metodo potrebbe non funzionare se avete installato wamp in un percorso diverso da quello di default.
Infatti, forse per un baco del programma, se cliccate sul php.ini dal menù wamp installato su una directory o un drive diverso da quello proposto in fase di installazione, vi da errore e non vi fa modificare il file php.ini (forse perchè non lo trova)... o almeno, a me faceva così.
Ma non preoccupatevi comunque, come scritto sopra, potrete andare a modificarlo a mano, cercando il file collegamento php.ini nella cartella bin di Apache sotto Wamp.

Increase File max size Worpdress Wamp: Done!

giovedì 10 novembre 2016

Come duplicare un sito Wordpress

Hai un sito wordpress e vuoi crearne una copia per poter avere un sito di test?
Nessun problema, ora ti spiegherò come duplicare un sito wordpress, compreso di database.

Se hai windows e wamp è tutto più semplice ovviamente, ma andiamo per step.

Fare la copia esatta di un sito worpress, una duplicazione puntuale dell'intero sito, più tutto il database mysql, è un'operazione non troppo complicata.
Qui di seguito sono elencati i quattro passaggi da seguire.

Come duplicare un sito Wordpress


1) Fai una copia della cartella contenente il sito wordpress

Con un semplice copia ed incolla di windows, duplica la cartella contenente il tuo sito wordpress.
Ammettiamo che la cartella del sito originario si chiami wordpress, creiamo un duplicato della cartella e chiamiamolo wordpress2.

2) Duplica il database mysql

Quello che devi fare ora, è duplicare il db mysql esattamente come è ora, ma con un nuovo nome.
Ad esempio, se il nostro db si chiamava wordpress, chiamiamolo wordpress2.
Se non sai come duplicare un db mysql, leggi questo post.
Duplicando il db seguendo i passaggi indicati, avrai anche già dato sul nuovo db i permessi di lettura/scrittura all'utente che usavi sul database originale. Se invece vuoi crearti un nuovo utente per gestire questo nuovo database, nessuno ti vieta di farlo.

3) Modifica il file wp-config.php

Adesso, cosa importantissima, devi andare a modificare le configurazioni base nel file wp-config.php, presente nella root della cartella principale del sito che hai appena duplicato.
Le righe da personalizzare sono le seguenti:
define('DB_NAME', 'nomenuovodb'); // nuovo nome del db
define('DB_USER', 'nomenuovoutente'); // eventuale nuovo utente, o il precedente
define('DB_PASSWORD', 'nuovapassword'); // eventuale nuova password
define('DB_HOST', '127.0.0.1'); // eventuale altro host, se diverso dal precedente


4) Modificare la tabella wp_options

L'ultimo passaggio da eseguire è quello di modificare un paio di righe dentro la tabella wp_options presente nel database mysql del nostro sito wordpress clone.
Usiamo phpadmin e modifichiamo la riga con l'option_name con valore siteurl, mettendo il path corretto del sito clone (ovvero ad esempio, da http://127.0.0.1/wordpress a http://127.0.0.1/wordpress2) dentro la colonna option_value.
Potrebbe essere necessario aggiornare anche l'option_name con valore home (se presente), mettendoci l'option_value corretto.

Come duplicare un sito wordpress


Con questi semplici 4 passaggi, in 5 minuti avremo duplicato il nostro sito wordpress.
Ora potremmo usare questa copia di backup funzionante del sito, per farne un sito wordpress di test e/o di sviluppo.

giovedì 27 ottobre 2016

Leggi il post

Come cambiare gli url degli articoli su Wordpress

Su wordpress è possibile scegliere come devono essere scritti gli indirizzi web delle pagine del nostro sito.
Articoli, pagine, possiamo scegliere come saranno raggrupati sul nostro sito i vari url.
Questa opzione è molto utile, e pone un grosso passo avanti per il SEO, dato che si potranno avere degli url parlanti al posto di semplici id numerici come si usava un tempo.


Come cambiare gli url degli articoli su Wordpress


Per cambiare gli indirizzi di tutte le pagine del nostro sito wordpress, accediamo al pannello di controllo (wp-admin) e clicchiamo sulla voce di sinistra Impostazioni.

Ora, clicchiamo sulla sottovoce di Impostazioni, Permalink.

Saremo così finiti nella sezione Impostazioni permalink di wordpress, e potremo scegliere tra le seguenti opzioni:
  • Semplice: http://127.0.0.1/wordpress/?p=123
  • Data e nome: http://127.0.0.1/wordpress/2016/10/27/articolo-di-esempio/
  • Mese e nome: http://127.0.0.1/wordpress/2016/10/articolo-di-esempio/
  • Numerico: http://127.0.0.1/wordpress/archives/123
  • Nome articolo: http://127.0.0.1/wordpress/articolo-di-esempio/
  • Struttura personalizzata: con la possibilità di comporre l'url usando delle variabili di sistema

Scegliamo pure il tipo di permalink che preferiamo per il nostro sito, poi clicchiamo su Salva le modifiche.

Ovviamente, se rinominiamo tutti gli url di un sito internet wordpress già indicizzato da tempo su google, perderemo gran parte degli accessi alle nostre pagine, e ci vorrà un bel po' di tempo per tornare ben indicizzati sul motore di ricerca... quindi, usare queste opzioni solo a sito appena creato :)

Ti potrebbero anche interessare

Quante volte avete visto questa scritta sui vari blog / siti internet: Ti potrebbero anche interessare?
Trattasi di una utilissima funzionalità che consente ai vari siti di mostrare degli articoli correlati con la pagina che si sta visitando, ovvero dei post che potrebbero interessare il navigatore.

Vediamo quindi come fare per aggiungere un widget / gadget / plugin su blogger, wordpress e su altri cms o siti web, in modo da poter avere anche sul nostro blog la funzione 'Ti potrebbero anche interessare'.


Come aggiungere la funzionalità 'Ti potrebbero anche interessare' su blogger e wordpress


Per poter aggiungere la funzionalità di post correlati, c'è un sito che fa al caso nostro:
http://www.linkwithin.com

Collegandosi al sito LinkWithin, già nella home page, ci sarà subito un box che ci consentirà di abilitare il nostro blogger / wordpress, ecc... alla funzionalità "Forse ti potrebbero anche interessare" (chiamiamola così).

Inserire tutti i dati richiesti, selezionando ovviamente la piattaforma dove vogliamo installare il gadget, e l'indirizzo del nostro sito web.
Selezioniamo anche il numero di articoli correlati da mostrare (stories), infine clicchiamo su Get Widget.

Ti potrebbero anche interessare

Adesso dovremo solo seguire le istruzioni che ci appaiono a video, che possono variare a seconda del cms selezionato.
Con blogger ad esempio ci verrà detto di cliccare su Install Widget e di seguire delle breve istruzioni, per generare un codice del genere:
<script>
var linkwithin_site_id = CODICESITO;
</script>
<script src="http://www.linkwithin.com/widget.js"></script>
<a href="http://www.linkwithin.com/"><img src="http://www.linkwithin.com/pixel.png" alt="Related Posts Plugin for WordPress, Blogger..." style="border: 0" /></a>


Che in inglese, riporterà sul nostro sito la scritta: You might also like, ovvero, Ti potrebbero anche interessare (dovrebbe riconoscere in automatico la lingua del nostro sito web).
Scritta che apparirà dentro/sotto i nostri post, suggerendo al navigatore gli articoli correlati più pertinenti.

Se vuoi inserire a mano il codice di linkwithin sul tuo sito, ma non sai come aggiungere i gadget / plugin / widget su blogger, leggi questo post.

Grazie a linkwithin potrai quindi aggiungere su blogger e wordpress i cosiddetti related posts with thumbnails, ovvero i post correlati con tanto di miniatura immagine... che vuoi di più?

mercoledì 19 ottobre 2016

Personalizzare 404 Error Wordpress: Pagina non trovata

Avete mai sentito parlare dell'errore 404?
Trattasi dell'errore che riceviamo quando visitiamo una pagina di un sito internet che non esiste: errore 404 pagina non trovata (not found).
Anche wordpress ovviamente la possibilità di personalizzare questa pagina di errore, basta solo sapere dove andare a cercare il file da modificare (a mano senza plugin).


Personalizzare 404 Error Wordpress: Pagina non trovata


I siti wordpress hanno tutti installato un tema grafico di default, che può ovviamente essere sostituito da qualsiasi altro tema a nostra scelta.
Per poter personalizzare l'errore 404 su wordpress, alcuni temi hanno direttamente l'apposita sezione nell'admin di wordpress (wp-admin, aspetto, temi).

Se però vogliamo modificare a mano la pagina dell'errore 404 su wordpress, possiamo comunque farlo, andando su:
cartellasito/wp-content/themes/nometema

Dentro questa directory troveremo un file chiamato 404.php, che potremo andare a modificare a nostro piacimento.

Potremo quindi semplicemente andare a scrivere al suo interno il testo che vogliamo far apparire, scrivendo dentro questo blocco di testo per modificare il titolo della pagina:
<header class="page-header">
<h1 class="page-title">Titolo della pagina</h1>
</header>

E qui dentro per modificare il contenuto:
<div class="page-content">
Scrivi qui quello che vuoi<br />
<?php get_search_form(); ?>
</div>

Dove, la riga di codice  <?php get_search_form(); ?> mostrerà in automatico al navigatore sperduto, il form di ricerca del nostro sito, in modo da aiutarlo a cercare una via di fuga da questa pagina di errore :)

Volendo potremo anche cancellare il file 404.php e sostituirlo con un nostro file costruito da zero, che ha tutt'altra grafica rispetto a quella del sito web.

Personalizzare 404 Error Wordpress: Pagina non trovata

Adesso che sappiamo come personalizzare la pagina non trovata, not found, errore 404 di wordpress, senza plugin aggiuntivi... speriamo che nessuno dei nostri visitatori ci capiti mai :p