Visualizzazione post con etichetta wordpress+guide. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta wordpress+guide. Mostra tutti i post

mercoledì 8 novembre 2017

Come risolvere problema permalink wordpress

Se hai migrato un sito wordpress, magari utilizzando questo metodo, forse potresti avere qualche problemino sugli url del tuo sito, e riscontrare che i permalink non funzionano.
E' il caso in cui, cliccando su un link interno che porta a delle sottocartelle, al posto di aprirsi il sito, si vede una brutta schermata priva di grafica, come se non fossero stati caricati i fogli di stile, una schermata che in generale ricorda molto la classica "pagina non trovata" (errore 404).

Vediamo dunque come risolvere questo problema di permalink wordpress, perchè di questo si tratta in realtà, e la soluzione è decisamente più rapida e semplice di quello che si possa mai pensare.

Come risolvere problema permalink wordpress

Come risolvere il problema permalink di wordpress


Per poter sistemare i permalink errati su wordpress, ovvero tutti quegli url che normalmente dovrebbero funzionare, ma che invece riportano a video un messaggio tipo "Oops! That page can’t be found" (404 error), basta agire così:
  1. Collegarsi al pannello di controllo di wordpress
  2. Cliccare su Impostazioni
  3. Cliccare su Permalink

Adesso non basterà far altro che salvare senza cambiare niente, ed i permalink torneranno a funzionare come per magia... almeno se il problema di fondo era dovuto, come nel mio caso, ad una migrazione sito wordpress.

Ovviamente è anche possibile decidere di cambiare tipo di formato link del proprio sito, seguendo questo tutorial.
Il mio consiglio comunque, è quello di non cambiare mai il formato link dopo che il sito web è già stato messo online ed indicizzato da google... pena, la perdita di qualche visitatore per un po' di tempo.

Bene, Wordpress Permalink fix: Done!

giovedì 12 gennaio 2017

Leggi il post

Come disattivare aggiornamenti automatici wordpress

L'altro giorno mi è arrivata un'inaspettata email da un mio sito wordpress di prova, che mi segnalava il fatto che il mio wordpress era stato aggiornato in automatico all'ultima versione (in realtà non proprio all'ultima).

La mail diceva più o meno così:
"Salve! Il tuo sito su INDIRIZZOSITO è stato aggiornato automaticamente a WordPress 4.5.5.
Per altre informazioni sulla versione 4.5.5 vedi la schermata Informazioni su WordPress:
INDIRIZZOSITO/wp-admin/about.php
è ora disponibile WordPress 4.7.1 L'aggiornamento è semplice e richiede poco tempo:
INDIRIZZOSITO/wp-admin/update-core.php
Se hai problemi di qualsiasi tipo o hai bisogno di aiuto, i volontari dei forum di supporto su ...
Mantenere il tuo sito aggiornato è importante per la sicurezza. Rende inoltre Internet un posto più sicuro per te e i tuoi lettori.
Il team di WordPres
s"

Al di là del fatto che concordo sul fatto che un sito wordpress che si rispetti, per essere sempre sicuro, deve essere costantemente aggiornato, c'è però da dire che gli aggiornamenti di wordpress è sempre meglio farseli da soli.
Perchè? Bè, ad esempio perchè qualche plugion o componente personalizzato, potrebbe essere incompatibile con la nuova versione di wordpress installata.
Quindi è sicuramente cosa buona e giusta disabilitare gli aggiornamenti automatici di wordpress... vediamo dunque come fare.


Come disattivare aggiornamenti automatici wordpress


Per disabilitare tutti gli aggiornamenti automatici di wordpress, basta andare nel wp-config.php del sito in questione, ed aggiungere la seguente riga di codice:

define('AUTOMATIC_UPDATER_DISABLED',true);

Così facendo, da ora in poi, tutti gli aggiornamenti automatici del nostro sito wordpress saranno stati disattivati.

Ma se volessimo invece fare un'operazione un po' più mirata e disabilitare solo alcuni aggiornamenti?

Per disattivare solo l'aggiornamento automatico del core di wordpress ad esempio, possiamo scrivere così nel nostro wp-config.php:
define('WP_AUTO_UPDATE_CORE',false);
add_filter('auto_update_plugin', '__return_true');
add_filter('auto_update_theme', '__return_true');


Per disabilitare solo l'aggiornamento automatico dei plugin wordpress:
define('WP_AUTO_UPDATE_CORE',true);
add_filter( 'auto_update_plugin', '__return_false');
add_filter( 'auto_update_theme', '__return_true');


Per disabilitare solo l'aggiornamento automatico dei temi wordpress:
define('WP_AUTO_UPDATE_CORE',true);
add_filter('auto_update_plugin', '__return_true');
add_filter('auto_update_theme', '__return_false');


E per disabilitare l'aggiornamento automatico delle traduzioni wordpress?
add_filter('auto_update_translation', '__return_false');

Sugli aggiornamenti del core di wordpress poi, si potrebbe anche entrare un po' più nel dettaglio, decidendo se abilitare o disabilitare gli aggiornamenti:
Di sviluppo: add_filter( 'allow_dev_auto_core_updates', '__return_true' );
Maggiori: add_filter( 'allow_major_auto_core_updates', '__return_true' );
Minori: add_filter( 'allow_minor_auto_core_updates', '__return_false' );

Ovviamente, modificando questo codice, potrete fare tutte le combinazioni che volete, disattivando l'aggiornamento automatico di temi e plugin wordpress ma non il core, disabilitando solo core e plugin ma temi no, ecc...

Se avete capito queste brevi nozioni, abilitare o disabilitare gli aggiornamenti wordpress, ora dovrebbe essere una passeggiata per voi.

lunedì 14 novembre 2016

Aumentare dimensioni file caricabili su Wordpress sotto Wamp

Su Wordpress, ma nel php in generale, le dimensioni massime dei file caricabili, sono settate di default ad un valore che potrebbe aggirarsi sui 2M (mega).
Spesso però questo parametro non basta a garantire il caricamento sul nostro sito wordpress (e non) di file di grosse dimensioni, vediamo quindi come superare questo limite.


Come aumentare le dimensioni dei file caricabili su Wordpress sotto Wamp


Per un sito php standard, per poter aumentare le dimensioni dei file da caricare online, basta modificare il file di configurazione chiamato 'php.ini'.

Nel php.ini cercare e modificare/aumentare a vostra discrezione i seguenti parametri:
memory_limit = 32M
upload_max_filesize = 20M
post_max_size = 32M


Dopodichè, riavviare apache (o il webserver che state usando), per rendere effettive le modifiche.

Su wamp però, la cosa è un filino più complicata, nel senso che anche modificando il file php.ini presente nel percorso standardard (es: C:\wamp64\bin\php\php5.6.16\php.ini), le modifiche non vengono percepite neanche dopo il riavvio di Apache.

Infatti, caricando un file su wordpress sotto wamp che superi le dimensioni massime consentite, viene fuori il seguente messaggio:
"Dimensione massima di caricamento file: 2 MB.
NOMEFILE.ESTENSIONE supera la dimensione massima di caricamento per questo sito."


Quindi, per poter modificare le dimensioni massime di un file caricabile su wordpress sotto wamp (windows, apache, mysql, php), occorre modificare il php.ini presente su un altro percorso, questo:
C:\wamp64\bin\apache\apache2.4.17\bin\php.ini

Ovviamente il percorso esatto dipende dalla versione di apache che avete installato sul vostro server.
Inoltre, non si tratta di un vero e proprio php.ini / file di testo, o meglio si, ma più precisamente si tratta di un file di tipo collegamento (.symlink).

Aumentare dimensioni file caricabili su Wordpress sotto Wamp


Un altro modo per trovare velocemente questo php.ini da modificare, è quello di cliccare con il tasto sinistro sull'icona di wamp, e poi cliccare su php ed infine su php.ini.

Increase File max size Worpdress Wamp

Questo è in fatti il metodo universale per modificare il php.ini sotto Wamp.
Tuttavia questo metodo potrebbe non funzionare se avete installato wamp in un percorso diverso da quello di default.
Infatti, forse per un baco del programma, se cliccate sul php.ini dal menù wamp installato su una directory o un drive diverso da quello proposto in fase di installazione, vi da errore e non vi fa modificare il file php.ini (forse perchè non lo trova)... o almeno, a me faceva così.
Ma non preoccupatevi comunque, come scritto sopra, potrete andare a modificarlo a mano, cercando il file collegamento php.ini nella cartella bin di Apache sotto Wamp.

Increase File max size Worpdress Wamp: Done!

giovedì 10 novembre 2016

Come duplicare un sito Wordpress

Hai un sito wordpress e vuoi crearne una copia per poter avere un sito di test?
Nessun problema, ora ti spiegherò come duplicare un sito wordpress, compreso di database.

Se hai windows e wamp è tutto più semplice ovviamente, ma andiamo per step.

Fare la copia esatta di un sito worpress, una duplicazione puntuale dell'intero sito, più tutto il database mysql, è un'operazione non troppo complicata.
Qui di seguito sono elencati i quattro passaggi da seguire.

Come duplicare un sito Wordpress


1) Fai una copia della cartella contenente il sito wordpress

Con un semplice copia ed incolla di windows, duplica la cartella contenente il tuo sito wordpress.
Ammettiamo che la cartella del sito originario si chiami wordpress, creiamo un duplicato della cartella e chiamiamolo wordpress2.

2) Duplica il database mysql

Quello che devi fare ora, è duplicare il db mysql esattamente come è ora, ma con un nuovo nome.
Ad esempio, se il nostro db si chiamava wordpress, chiamiamolo wordpress2.
Se non sai come duplicare un db mysql, leggi questo post.
Duplicando il db seguendo i passaggi indicati, avrai anche già dato sul nuovo db i permessi di lettura/scrittura all'utente che usavi sul database originale. Se invece vuoi crearti un nuovo utente per gestire questo nuovo database, nessuno ti vieta di farlo.

3) Modifica il file wp-config.php

Adesso, cosa importantissima, devi andare a modificare le configurazioni base nel file wp-config.php, presente nella root della cartella principale del sito che hai appena duplicato.
Le righe da personalizzare sono le seguenti:
define('DB_NAME', 'nomenuovodb'); // nuovo nome del db
define('DB_USER', 'nomenuovoutente'); // eventuale nuovo utente, o il precedente
define('DB_PASSWORD', 'nuovapassword'); // eventuale nuova password
define('DB_HOST', '127.0.0.1'); // eventuale altro host, se diverso dal precedente


4) Modificare la tabella wp_options

L'ultimo passaggio da eseguire è quello di modificare un paio di righe dentro la tabella wp_options presente nel database mysql del nostro sito wordpress clone.
Usiamo phpadmin e modifichiamo la riga con l'option_name con valore siteurl, mettendo il path corretto del sito clone (ovvero ad esempio, da http://127.0.0.1/wordpress a http://127.0.0.1/wordpress2) dentro la colonna option_value.
Potrebbe essere necessario aggiornare anche l'option_name con valore home (se presente), mettendoci l'option_value corretto.

Come duplicare un sito wordpress


Con questi semplici 4 passaggi, in 5 minuti avremo duplicato il nostro sito wordpress.
Ora potremmo usare questa copia di backup funzionante del sito, per farne un sito wordpress di test e/o di sviluppo.

giovedì 27 ottobre 2016

Leggi il post

Come cambiare gli url degli articoli su Wordpress

Su wordpress è possibile scegliere come devono essere scritti gli indirizzi web delle pagine del nostro sito.
Articoli, pagine, possiamo scegliere come saranno raggrupati sul nostro sito i vari url.
Questa opzione è molto utile, e pone un grosso passo avanti per il SEO, dato che si potranno avere degli url parlanti al posto di semplici id numerici come si usava un tempo.


Come cambiare gli url degli articoli su Wordpress


Per cambiare gli indirizzi di tutte le pagine del nostro sito wordpress, accediamo al pannello di controllo (wp-admin) e clicchiamo sulla voce di sinistra Impostazioni.

Ora, clicchiamo sulla sottovoce di Impostazioni, Permalink.

Saremo così finiti nella sezione Impostazioni permalink di wordpress, e potremo scegliere tra le seguenti opzioni:
  • Semplice: http://127.0.0.1/wordpress/?p=123
  • Data e nome: http://127.0.0.1/wordpress/2016/10/27/articolo-di-esempio/
  • Mese e nome: http://127.0.0.1/wordpress/2016/10/articolo-di-esempio/
  • Numerico: http://127.0.0.1/wordpress/archives/123
  • Nome articolo: http://127.0.0.1/wordpress/articolo-di-esempio/
  • Struttura personalizzata: con la possibilità di comporre l'url usando delle variabili di sistema

Scegliamo pure il tipo di permalink che preferiamo per il nostro sito, poi clicchiamo su Salva le modifiche.

Ovviamente, se rinominiamo tutti gli url di un sito internet wordpress già indicizzato da tempo su google, perderemo gran parte degli accessi alle nostre pagine, e ci vorrà un bel po' di tempo per tornare ben indicizzati sul motore di ricerca... quindi, usare queste opzioni solo a sito appena creato :)

Ti potrebbero anche interessare

Quante volte avete visto questa scritta sui vari blog / siti internet: Ti potrebbero anche interessare?
Trattasi di una utilissima funzionalità che consente ai vari siti di mostrare degli articoli correlati con la pagina che si sta visitando, ovvero dei post che potrebbero interessare il navigatore.

Vediamo quindi come fare per aggiungere un widget / gadget / plugin su blogger, wordpress e su altri cms o siti web, in modo da poter avere anche sul nostro blog la funzione 'Ti potrebbero anche interessare'.


Come aggiungere la funzionalità 'Ti potrebbero anche interessare' su blogger e wordpress


Per poter aggiungere la funzionalità di post correlati, c'è un sito che fa al caso nostro:
http://www.linkwithin.com

Collegandosi al sito LinkWithin, già nella home page, ci sarà subito un box che ci consentirà di abilitare il nostro blogger / wordpress, ecc... alla funzionalità "Forse ti potrebbero anche interessare" (chiamiamola così).

Inserire tutti i dati richiesti, selezionando ovviamente la piattaforma dove vogliamo installare il gadget, e l'indirizzo del nostro sito web.
Selezioniamo anche il numero di articoli correlati da mostrare (stories), infine clicchiamo su Get Widget.

Ti potrebbero anche interessare

Adesso dovremo solo seguire le istruzioni che ci appaiono a video, che possono variare a seconda del cms selezionato.
Con blogger ad esempio ci verrà detto di cliccare su Install Widget e di seguire delle breve istruzioni, per generare un codice del genere:
<script>
var linkwithin_site_id = CODICESITO;
</script>
<script src="http://www.linkwithin.com/widget.js"></script>
<a href="http://www.linkwithin.com/"><img src="http://www.linkwithin.com/pixel.png" alt="Related Posts Plugin for WordPress, Blogger..." style="border: 0" /></a>


Che in inglese, riporterà sul nostro sito la scritta: You might also like, ovvero, Ti potrebbero anche interessare (dovrebbe riconoscere in automatico la lingua del nostro sito web).
Scritta che apparirà dentro/sotto i nostri post, suggerendo al navigatore gli articoli correlati più pertinenti.

Se vuoi inserire a mano il codice di linkwithin sul tuo sito, ma non sai come aggiungere i gadget / plugin / widget su blogger, leggi questo post.

Grazie a linkwithin potrai quindi aggiungere su blogger e wordpress i cosiddetti related posts with thumbnails, ovvero i post correlati con tanto di miniatura immagine... che vuoi di più?

mercoledì 19 ottobre 2016

Personalizzare 404 Error Wordpress: Pagina non trovata

Avete mai sentito parlare dell'errore 404?
Trattasi dell'errore che riceviamo quando visitiamo una pagina di un sito internet che non esiste: errore 404 pagina non trovata (not found).
Anche wordpress ovviamente la possibilità di personalizzare questa pagina di errore, basta solo sapere dove andare a cercare il file da modificare (a mano senza plugin).


Personalizzare 404 Error Wordpress: Pagina non trovata


I siti wordpress hanno tutti installato un tema grafico di default, che può ovviamente essere sostituito da qualsiasi altro tema a nostra scelta.
Per poter personalizzare l'errore 404 su wordpress, alcuni temi hanno direttamente l'apposita sezione nell'admin di wordpress (wp-admin, aspetto, temi).

Se però vogliamo modificare a mano la pagina dell'errore 404 su wordpress, possiamo comunque farlo, andando su:
cartellasito/wp-content/themes/nometema

Dentro questa directory troveremo un file chiamato 404.php, che potremo andare a modificare a nostro piacimento.

Potremo quindi semplicemente andare a scrivere al suo interno il testo che vogliamo far apparire, scrivendo dentro questo blocco di testo per modificare il titolo della pagina:
<header class="page-header">
<h1 class="page-title">Titolo della pagina</h1>
</header>

E qui dentro per modificare il contenuto:
<div class="page-content">
Scrivi qui quello che vuoi<br />
<?php get_search_form(); ?>
</div>

Dove, la riga di codice  <?php get_search_form(); ?> mostrerà in automatico al navigatore sperduto, il form di ricerca del nostro sito, in modo da aiutarlo a cercare una via di fuga da questa pagina di errore :)

Volendo potremo anche cancellare il file 404.php e sostituirlo con un nostro file costruito da zero, che ha tutt'altra grafica rispetto a quella del sito web.

Personalizzare 404 Error Wordpress: Pagina non trovata

Adesso che sappiamo come personalizzare la pagina non trovata, not found, errore 404 di wordpress, senza plugin aggiuntivi... speriamo che nessuno dei nostri visitatori ci capiti mai :p

mercoledì 12 ottobre 2016

Come cancellare un commento su WordPress

Hai il tuo sito wordpress di successo dove milioni di utenti lasciano commenti ogni giorno?
Allora sicuramente potrà capitarti la necessità di voler eliminare un commento sul tuo blog/sito.

Vediamo subito come fare per cancellare un commento su WordPress.

Il modo forse più veloce per rimuovere un commento dal tuo sito, è quello di collegarsi al pannello di amministrazione (il famoso wp-admin):
Nel menù di sinistra troverai la voce Commenti.

Una volta dentro la sezione Commenti di wordpress, potrai cercare il commento spam con l'apposito box in alto a destra della pagina, ed una volta trovato, passandoci sopra con il mouse, potrai cliccare sulla voce Cestina.

Come cancellare un commento su WordPress

Il commento dello spammone, del troll, insomma il giudizio indesiderato, finirà dentro al cestino di wordpress e non sarà più visibile online sul tuo sito internet.
Potrai poi entrare in qualsiasi momento nel cestino e cliccare su Ripristina per far riapparire il commento online, oppure cliccare su Cancella definitivamente per farlo sparire per sempre dal tuo sito wordpress.

Cancellare un commento su wordpress non è mai stato così facile, con Oggi è un altro post (cit.)

giovedì 6 ottobre 2016

Come disattivare / bannare un utente WordPress

Se hai un sito wordpress con registrati diversi utenti, potrebbe capitarti anche l'utente indisciplinato, quello che da fastidio alla comunità, o che non riga dritto.
In questi casi, dopo aver avvisato più volte l'utente in questione, si passa alle maniere forti, e può essere necessario dover bannare il suo account wordpress.

Vediamo quindi come fare per disattivare / bannare un utente su WordPress.

Accediamo al nostro pannello di controllo wordpress (wp-admin) ed entriamo nella sezione Utenti -> Tutti gli utenti.

Cerchiamo l'utente da bloccare e clicchiamo su Modifica, passando con il mouse vicino al nome utente.

Adesso scrolliamo la pagina fino a trovare la sezione Ruolo, e selezioniamo la voce Nessun ruolo per questo sito, poi clicchiamo su Aggiorna utente in fondo alla pagina.

Come disattivare / bannare un utente WordPress

Ecco, già così facendo avremo tolto la possibilità all'utente in questione di fare qualsiasi cosa sul nostro sito web, ma se non dovesse bastarci, torniamo nuovamente in modifica utente, e scrollando la pagina in basso arriviamo alla voce Gestione dell'account.
Qui clicchiamo su Genera password e poi salviamo nuovamente cliccando su Aggiorna utente.

In questo modo avremo cambiato la password all'utente in questione, in modo che questa persona non riuscirà più a fare accesso al nostro sito wordpress con il suo account.

Se però l'utente era già connesso al sito, potremo comunque sbatterlo fuori all'istante, cliccando sulla voce Disconnetti su ogni dispositivo.

disconnetti utente wordpress

Se la voce disconnetti su ogni dispositivo non dovesse essere presente, vuol dire che l'utente non è loggato in questo momento, quindi il problema non si pone, dato che non potrà più entrare sul sito worpress perchè non avrà più delle credenziali valide.

Con questo metodo avremo così bannato un utente su wordpress, senza però cancellarne l'account, in modo da avergli bloccato per sempre l'accesso con quella userid.

martedì 4 ottobre 2016

Come mettere Analytics su Wordpress senza plugin

Se hai un sito wordpress, sicuramente vorrai tenere monitorati gli accessi e le visite al tuo portale.
Lo strumento che fa per te è ovviamente google analytics, con il quale puoi avere nel dettaglio molte informazioni su chi visita il tuo sito.

Vediamo dunque come mettere Analytics su un sito Wordpress senza usare plugin aggiuntivi.

Apriamo il nostro sito wordpress e facciamo accesso nel pannello di controllo (cartella wp-admin), poi andiamo nel menù di sinistra alla voce Aspetto e clicchiamo su Editor.

Come mettere Analytics su Wordpress senza plugin

Ora, cerchiamo sulla destra nella sezione Template, la voce Testata del tema o header.php, e clicchiamoci sopra.

testata del tema

Entreremo così in una finestra dove poter editare il codice html dell'header del nostro sito.
Ci basterà incollare il codice javascript di google analytics prima della chiusura del tag head (</head>), e poi cliccare sul bottone Aggiorna file in basso nella pagina.

inserire codice anaylitcs

E' tutto, adesso sai come inserire il codice di google analytics dentro un sito sviluppato in wordpress.

PS Se non sai dove pescare il codice di google analytics da mettere sul tuo sito wordpress clicca qui.

domenica 18 settembre 2016

Come modificare tabelle wordpress senza phpmyadmin

Sapevi che c'era un modo per modificare le tabelle del database di wordpress direttamente dall'admin di wordpress?
Ebbene si, c'è un plugin anche per questo!

Grazie al plugin (gratuito) di wordpress Simple Table Manager è infatti ora possibile modificare i dati presenti nelle tabelle del proprio sito wordpress, senza dover passare per phpmyadmin.
Vediamo dunque come fare.

Scaricare, installare ed attivare il plugin Simple Table Manager.
https://it.wordpress.org/plugins/simple-table-manager/

Troverai come al solito per questo tipo di plugin, la voce Simple Table Manager nel menù di sinistra del tuo wp-admin. Clicca su Settings.

Finirai nella pagina dei settaggi del plugin, che più che altro serve per poter selezionare la tabella da modificare.
Nella voce Table name, seleziona la tabella wordpress che vuoi editare, poi clicca su Apply changes.

Come modificare tabelle wordpress da wordpress

Adesso clicca sulla voce Simple Table Manager e finirai nella pagina dove potrai modificare i dati della tabella wordpress selezionata.
Potrai cercare un record con la voce Search, modificare una riga del database cliccando su Edit, aggiungere una nuova riga nel db wordpress con il tasto Add new, oppure esportare la tabella in formato csv con il bottone Export csv.

edit table wordpress

Ovviamente, a grandi poteri corrispondono grandi responsabilità, quindi fai attenzione a non danneggiare i dati presenti nel database del tuo sito wordpress, perchè più o meno è come se tu fossi dentro phpmyadmin... quindi occhio a quello che fai :)

giovedì 15 settembre 2016

Come creare una Landing Page con Wordpress

Una Landing Page è una pagina di destinazione o pagina d'arrivo di un sito web, solitamente caratterizzata da una grafica differente da quella usata di default nel sito.
La landingpage serve dunque per fare in modo che i visitatori finiscano su una apposina pagina html al posto che nella classica home page, magari nei casi in cui si vuole pubblicizzare un particolare evento o una determinata news.

Vediamo dunque come creare una Landing Page con Wordpress.

Per creare velocemente una landing page per il nostro sito Wordpress, è possibile installare un apposito Plugin, il cui nome è WordPress Landing Page Plugin o Ultimate LandingPage Plugin, o semplicemente Pagina di destinazione.

Come creare una Landing Page con Wordpress

L'url del sito del plugin è il seguente:
http://web-settler.com/ultimate-landing-page/
Ma ovviamente potrete installarlo gratuitamente dal pannello di controllo di wordpress.

Dopo aver installato ed attivato il plugin, lo ritroverete nel menù di sinistra di wordpress, dove dovrete cliccare su Landing Page e poi su Add New.

I campi da inserire e le opzioni disponibili sono:
  • Titolo della pagina
  • Selezione template
  • Modifica template (edit template): dove potrete inserire i vari testi ed immagini per le call to action
  • I colori di sfondi e testi (edit color background and text)
  • I tipi di font da usare (second font family)

Più altri campi per il seo e di varia utilità.

creazione landing page
edit template

Una volta terminata la creazione della landing page, cliccare su Update.
Infine, nelle Advanced options, scegliere se sovrascrivere l'attuale home page con la landing page con l'opzione Set as Front Page (in caso contrario alla landing page ci si arriverà solo tramite url), e se caricare il footer di wordpress o l'header.

advanced options

Una volta terminati tutti i settaggi del plugin, basta cliccare su Pubblica ed il gioco è fatto.

landing page oggi è un altro post

Successivamente potrete modificare la vostra landing page in qualsiasi momento, prendendo dimestichezza con le tante opzioni del plugin, e cliccando su Update per apportare le modifiche in tempo reale.

PS Ovviamente, le landing page create con questo plugin wordpress sono tutte responsive per potersi adattare anche agli schermi più piccoli dei vari cellulari :)

Come aggiornare WordPress all'ultima versione

Se hai un sito fatto con il cms opensource e gratuito wordpress, devi sapere che è utile aggiornarlo ogni volta che esce una nuova versione stabile.

Aggiornare wordpress all'ultima versione è molto importante per risolvere eventuali problemi di sicurezza, oppure anche solo per ottenere nuove funzionalità e miglioramenti della piattaforma.

Vediamo dunque come fare per aggiornare WordPress all'ultima versione.

Apri il tuo sito wordpress e fai accesso come amministratore.
Già nella home page dell'admin di wordpress (indirizzotuosito/wp-admin/) dovresti trovare un messaggio del tipo "è disponibile la versione numero xxx di wordpress, aggiorna ora".
Cliccando sul tasto aggiorna ora (o una label simile) finirai nella pagina degli aggiornamenti, dove con un ulteriore click potrai fare partire l'aggiornamento all'ultima versione di wordpress.

Come aggiornare WordPress all'ultima versione
Attendi con pazienza il download e l'installazione dell'aggiornamento di wordpress, ed a fine procedura dovresti essere rimandato in una pagina dove c'è il riepilogo delle novità della nuova versione di wordpress appena installata.

Wordpress aggiornato

Se decidi di non aggiornare wordpress appena accedi al pannello di controllo del tuo sito, puoi comunque compiere questa operazione anche in un secondo momento, cliccando sul menù Bacheca e poi su Aggiornamenti.

ps ah già, prima di aggiornare wordpress all'ultima versione, sarebbe bene controllare la compatibilità dei plugin installati sul tuo sito con questa versione :p

venerdì 15 luglio 2016

Modificare il form di registrazione WordPress senza plugin

Se avete attivato la possibilità di registrarsi al vostro sito wordpress, ma i campi che vengono chiesti di default vi sembrano troppo pochi, non vi preoccupate, ora vi spiegherò come modificare il form di registrazione WordPress senza plugin aggiuntivi.

Di default, il form di registrazione utente wordpress chiede solo i seguenti campi:
  • Nome utente
  • Email

Il che è molto comodo per far registrare velocemente un utente al nostro sito web, tuttavia potremmo voler profilare meglio gli utenti che andiamo a registrare sul nostro blog, magari senza dover installare alcun plugin aggiuntivo.

Se vogliamo ad esempio chiedere i campi nome e cognome (separati) ed il campo città, bisogna andare nella cartella del tema del sito wordpress:
cartellasitowordpress\wp-content\themes\nometemausato

Qui, aprire il file 'functions.php' ed aggiungere le seguenti righe di codice php:

add_action( 'register_form', 'nuovicampiform' );
function nuovicampiform()
{
    $nome = ( ! empty( $_POST['nome'] ) ) ? trim( $_POST['nome'] ) : '';
    $cognome = ( ! empty( $_POST['cognome'] ) ) ? trim( $_POST['cognome'] ) : '';
    $citta = ( ! empty( $_POST['citta'] ) ) ? trim( $_POST['citta'] ) : '';
 ?>
    <p><label for="nome"><?php _e( 'Nome', 'localhost' ) ?><br />
    <input type="text" name="nome" id="nome" class="input" value="<?php echo esc_attr(wp_unslash($nome));?>" size="25" /></label>
    </p>
    <p><label for="cognome"><?php _e( 'cognome', 'localhost' ) ?><br />
    <input type="text" name="cognome" id="cognome" class="input" value="<?php echo esc_attr(wp_unslash($cognome));?>" size="25" /></label>
   </p>
    <p><label for="citta"><?php _e( 'citta', 'localhost' ) ?><br />
    <input type="text" name="citta" id="citta" class="input" value="<?php echo esc_attr(wp_unslash($citta));?>" size="25" /></label>
    </p>
<?php
}

add_filter('registration_errors', 'nuovicampiform_errori', 10, 3);
function nuovicampiform_errori( $errors, $sanitized_user_login, $user_email )
{
    if ( empty( $_POST['nome'] ) || ! empty( $_POST['nome'] ) && trim( $_POST['nome'] ) == '' ) $errors->add( 'nome_error', __( '<strong>ERRORE</strong>: Compilare il campo Nome.', 'localhost' ) );
    if ( empty( $_POST['cognome'] ) || ! empty( $_POST['cognome'] ) && trim( $_POST['cognome'] ) == '' )  $errors->add( 'cognome_error', __( '<strong>ERRORE</strong>: Compilare il campo Cognome.', 'localhost' ) );
    if ( empty( $_POST['citta'] ) || ! empty( $_POST['citta'] ) && trim( $_POST['citta'] ) == '' )  $errors->add( 'citta_error', __( '<strong>ERRORE</strong>: Compilare il campo Città.', 'localhost' ) );
    return $errors;
}

add_action('user_register', 'nuovicampiform_register');
function nuovicampiform_register( $user_id )
{
    if ( ! empty( $_POST['nome'] ) ) update_user_meta( $user_id, 'first_name', trim( $_POST['nome'] ) );
    if ( ! empty( $_POST['cognome'] ) ) update_user_meta( $user_id, 'last_name', trim( $_POST['cognome'] ) );
    if ( ! empty( $_POST['citta'] ) ) update_user_meta( $user_id, 'citta', trim( $_POST['citta'] ) );
}

add_action('personal_options_update', 'aggiornacampi');
add_action('edit_user_profile_update', 'aggiornacampi');

function aggiornacampi($user_id)
{
    if ( ! empty( $_POST['citta'] ) ) update_user_meta( $user_id, 'citta', trim( $_POST['citta'] ) );
}


Il risultato sarà che il form di registrazione a wordpress chiederà anche i campi nome, cognome, e città, con tanto di controllo (ovvero obbligherà ad inserire qualcosa in quei campi, rendendoli di fatto campi obbligatori).

Modificare il form di registrazione WordPress senza plugin

Andiamo ad analizzare un po' il codice appena inserito.

add_action( 'register_form', 'nuovicampiform' );
Consente di lanciare l'azione register_form, eseguendo la funzione nuovicampiform, che al suo interno contiene i campi del form che appaiono a video.
Qui potrete scrivere tutto l'html che volete, in modo da decidere come fare apparire i campi, ed in che ordine.

add_filter('registration_errors', 'nuovicampiform_errori', 10, 3);
Lanciando la registration_errors andiamo a gestire tutti i controlli del form, in questo campo usando una funzione chiamata nuovicampiform_errori.
Qui possiamo scrivere il codice php necessario per effettuare tutti i controlli del caso per i campi che andiamo a passare dal nostro form.

add_action('user_register', 'nuovicampiform_register');
Lanciando invece la user_register andiamo a registrare/salvare fisicamente i dati nel db, con la funzione nuovicampiform_register.
In particolare, con la funzione update_user_meta, stiamo andando a scrivere i nuovi campi appena salvati dentro alla tabella mysql di wordpress chiamata wp_usermeta.

add_action('personal_options_update', 'aggiornacampi');
add_action('edit_user_profile_update', 'aggiornacampi');

Infine da non dimenticare, occorre lanciare la personal_options_update e la edit_user_profile_update, altrimenti non potremo modificare i nuovi campi appena creati (io ci ho perso un sacco di tempo prima di capirlo :p).

Inoltre, se vogliamo che i nuovi campi appaiano anche in modifica o in visualizzazione nel profilo utente, occorre modificare anche il file user-edit.php presente nella cartella wp-admin del vostro sito wordpress, aggiungendo ad esempio questo codice:
<tr class="user-last-name-wrap">
    <th><label for="citta"><?php _e('Citta\'') ?></label></th>
    <td><input type="text" name="citta" id="citta" value="<?php echo esc_attr($profileuser->citta) ?>" class="regular-text" /></td>
</tr>


In questo esempio, dato che per i campi nome e cognome ho usato quelli già esistenti su wordpress chiamati first_name e last_name, ho dovuto aggiornare con la funzione aggiornacampi solo il nuovo campo città. Lo stesso vale anche per la modifica del file user-edit.php, che già conteneva i campi nome e cognome.

Con questo metodo potrete quindi modificare il form di registrazione utenti di wordpress, senza usare alcun componente aggiuntivo / plugin, mettendo tutti i campi che vi pare (ad esempio anche una tendina con le province presa da un database mysql) ed aggiungendo tutti i controlli necessari.

mercoledì 13 luglio 2016

WordPress: Mettere sito offline

Se hai un sito web fatto con WordPress e per qualsiasi motivo hai la necessità di metterlo offline per fare un po' di manutenzione, o per renderlo inaccessibile temporaneamente o per sempre, senza però cancellarne i contenuti, nessun problema, su wordpress c'è un plugin che fa anche questo.

sito in manutenzione

Mettere un sito wordpress offline è molto semplice con il plugin Coming Soon Page & Maintenance Mode by SeedProd:
https://it.wordpress.org/plugins/coming-soon/

Dopo aver installato ed attivato il plugin, per mettere in manutenzione il tuo sito wordpress devi andare nel menù Impostazioni e cliccare sulla voce Coming Soon Page & Maintenance Mode.

WordPress: Mettere sito offline

Prima di tutto, nella sezione general dovrai modificare il campo status, scegliendo tra le seguenti voci:
  • Disabled: selezione di default, il sito è online
  • Enable Coming Soon Mode: da usare se il sito wordpress è in costruzione
  • Enable Maintenance Mode: da usare se il sito wordpress è in manutenzione

 Poi nella sezione page settings potrai modificare i seguenti campi:
  • Logo: eventuale logo da caricare
  • Headline: il titolo della pagina
  • Message: il testo della pagina (possibilità di inserire html)

impostazioni sito wordpress offline

Una volta settate tutte le impostazioni, clicca su Save all changes per mettere online le modifiche... anche se fa strano dire "mettere online" una modifica che in realtà mette offline :p

Coming Soon Page & Maintenance Mode by SeedProd è un plugin molto completo e ben fatto, con tante opzioni per tutti i gusti, ed ovviamente è 100% responsive.

sabato 9 luglio 2016

Errore modifica tabella utenti wordpress

Provando a modificare la tabella wp_users di un sito wordpress sotto windows (installato con wamp), ovvero la tabella che contiene tutti gli utenti del cms, sono incappato in uno spiacevole errore:

#1067 - Invalid default value for 'user_registered'

Questo errore mi è capitato quando ho provato ad aggiungere un nuovo campo, una nuova colonna alla tabella wp_users, ovvero la tabella degli utenti di wordpress.

Nello specifico, l'operazione di ALTER TABLE fallisce perchè nel campo user_registered è specificato che come valore di default, quando non diversamente specificato, deve inserire il seguente valore/data: 0000-00-00 00:00:00.

Ora, per risolvere l'errore "Invalid default value for 'user_registered'" che impedisce la modifica della tabella utenti wp_users di wordpress, basta modificare la struttura del campo user_registered.

Apri la tabella wp_users, poi vai su Struttura e spunta il campo user_registered, poi clicca su Change/Modifica.

Errore modifica tabella utenti wordpress

Nella finestra che si aprirà, cambia il valore di Default, selezionando la voce CURRENT_TIMESTAMP, poi clicca su Save/Salva.

cambia valore di default

Una volta effettuata la modifica potrai finalmente modificare la struttura della tabella wp_users senza ricevere più nessun errore.

lunedì 4 luglio 2016

Come abilitare il form di registrazione utenti su WordPress

Se hai un sito fatto in WordPress e vuoi fare in modo che qualsiasi utente possa registrarsi liberamente al tuo sito, c'è un modo molto veloce per attivare la registrazione al tuo sito wordpress.

Per abilitare il form di registrazione utenti su un sito WordPress, vai su Impostazioni -> Generali e spunta la voce Chiunque può registrarsi, affianco ad Iscrizione.

Come abilitare la registrazione utenti ad un sito WordPress

Lascia pure come ruolo predefinito la voce Sottoscrittore, se non vuoi dare permessi particolari all'utente che si iscrive al tuo sito wordpress.

Dopo aver cliccato su Salva le modifiche, tornando sul tuo sito wordpress troverai la voce Registrati, che punterà al link per registrarsi al sito wordpress, che sarà una cosa del genere:
tuoiindirizzowordpress/wp-login.php?action=register

Cliccandoci sopra, finirai sul classico form di registrazione di wordpress.

registrati al sito

PS Se raccogli dei dati personali, non dimenticarti di aggiungere il disclaimer sulla privacy.

lunedì 6 giugno 2016

Come creare un form di contatti su wordpress

Oggi vediamo come creare un semplice form di contatti su wordpress tramite il plugin Form Maker.

form contatti wordpress

Installiamo ed attiviamo il plugin Form Maker.
https://web-dorado.com/it/products/wordpress-form.html

Questo componente è gratuito se si utilizzano le funzioni base, mentre diventa a pagamento per poterlo usare al 100% delle sue funzionalità.
Per un semplice form di contatti è comunque più che sufficiente la versione free.

Dopo aver attivato Form Maker, lo troveremo nel menù di sinistra del pannello di amministrazione di wordpress.
Clicchiamo dunque su Form Maker e poi su Manager.

Il plugin mostrerà un po' di form già esistenti, ma noi per fare una prova, creiamone uno nuovo cliccando su Add new.

Come creare un form di contatti su wordpress

Nella pagina che si aprirà, inseriamo il titolo del form (title) e scegliamo il tema (theme) , poi clicchiamo sul bottone Add a new field per aggiungere un nuovo campo al nostro form dei contatti.

add a new field

Si aprirà una finestra dove avremo le seguenti opzioni:
  • Custom HTML
  • Text input
  • Multiple Choice    
  • Single Choice
  • Survey Tools    
  • Time and Date
  • Select Box    
  • File Upload
  • Section Break    
  • Page Break
  • Map    
  • Payment
  • Captcha    
  • Button

Scegliamo un Text input e lasciamo spuntato Simple text, compiliamo il campo Field label mettendoci il nome del campo del form (ad esempio il Nome), spuntiamo la voce Required per rendere obbligatorio il campo, infine clicchiamo su Save.

nuovo campo form

Ripetiamo l'operazione per tutti i campi necessari.
Nel nostro esempio creiamo un campo Nome, un campo Cognome, ed un campo Email.
Per il campo email, che è sempre Text input, selezioniamo come Field type E-mail, in modo da avere un campo di tipo email con tutti i controlli del caso.

Una volta inseriti tutti i campi del nostro form, andiami in Form options.
In general options assicuriamoci che il form sia pubblicato (published), poi se vogliamo, abilitatiamo Save data per salvare nel database i dati inseriti dagli utenti.

Andiamo poi in email options, spuntiamo Send email e nella voce Email to send submissions to mettiamo l'indirizzo email di chi deve ricevere i dati del form contatti wordpress.
Scegliamo un eventuale email from (o lasciamo che il from sia la mail di chi compila il form), mettiamo eventuali CC o BCC, poi compiliamo il titolo della mail (subject) ed eventualmente personalizziamo anche il corpo della mail (Custom Text in Email For Administrator).

personalizza email

Se vogliamo mandare anche una email di conferma all'utente che compila il form, personalizziamo la sezione Email to User, spuntando Send to E-mail e compilando tutti i campi necessari.

La sezione Actions after submission consente invece di personalizzare la pagina di riepilogo dopo l'invio del form, scegliendo tra le seguenti opzioni:
  • Stay on Form: l'utente rimane nel form e riceve un messaggio di conferma a video sopra di esso
  • Post: l'utente finisce in un post
  • Page: l'utente finisce in una pagina
  • Custom Text: l'utente vede un testo di conferma personalizzato
  • URL: l'utente finisce in un url esterno

Vediamo infine la sezione Mysql mapping, che consente di salvare i dati nel form in un database mysql.
Prima di tutto occorre creare preventivamente la tabella sql da phpmyadmin.
Nel mio caso ho creato la tabella nel db di wordpress chiamandola wp_contatti, creando dei campi di tipo varchar: nome, cognome, email, id.
Poi, in Form maker, basta cliccare su Add query e su Connection type scegliere local (se il db è in locale) e poi cliccare su Connect.
Selezionare la tabella (select a table) creata in precedenza su phpmyadmin, poi andare a mappare i singoli campi della tabella mysql con quelli del form.
Infine, cliccare su Generate query e su Save.

salvare dati nel db

Così facendo avremo mappato il nostro form di contatti wordpress alla nostra tabella mysql, ed ogni volta che un utente compilerà il form, i dati inseriti oltre a venire spediti via email, verranno salvati nel nostro database mysql.

Se con il form abbiamo finito, clicchiamo su Save per memorizzare tutte le modifiche.

Vediamo infine come inserire il nostro form contatti dentro una pagina o un post wordpress.
Tornaimo su Form Maker nella sezione Manager per vedere l'elenco dei form esistenti.
Affianco al nome del nostro form (nel mio caso si chiama Contatti) ci sarà lo shortcode da inserire dentro i post o in una pagina wordpress, che nel mio caso è:
[Form id="10"]

Se non sai come usare gli shortcode leggi qui.

Se avrai fatto tutto correttamente, ora sul tuo sito wordpress avrai una bellissima pagina dei contatti :)


mercoledì 1 giugno 2016

Recuperare password persa wordpress con phpmyadmin

Se sei amministratore di un sito wordpress ed hai perso la password di accesso, e se ancora non avevi configurato l'smtp per spedire mail e quindi la funzione recupero password non funziona, c'è comunque la possibilità di recuperare la password persa di wordpress con phpmyadmin.

Per recuperare la password di accesso a wordpress, o meglio, per resettarla / cambiarla, collegati a phpmyadmin.
Poi, seleziona il database del tuo sito wordpress ed entra nella tabella 'wp_users'.

Troverai l'elenco degli utenti, seleziona il tuo utente (se non hai cambiato nome e non ti ricordi neanche la username, la user_login dovrebbe chiamarsi admin o root) e clicca su Modifica.

Recuperare password di wordpress con phpmyadmin

Ora dovrai modificare il campo 'user_pass', selezionando la funzione MD5, cancellando il codice strano che troverai nella colonna Valore (che corrisponde alla tua vecchia password codificata in MD5) e sostituendolo con la tua nuova password.

cambio password wordpress

Una volta inserita la tua nuova password wordpress, vai in fondo alla pagina e clicca su Esegui.

Complimenti, hai appena resettato la tua password di wordpress... ora segnatela, o dovrai ripetere questa procedura :p

Come come? Non ti ricordi neanche la password di phpmyadmin?
E ma allora è grave la cosa... scherzo, leggi questo post.

sabato 21 maggio 2016

Come adeguarsi alla cookie law su WordPress

Sia che usi WordPress o un altro cms, ormai conoscerai sicuramente la famosa quanto discutibile cookie law (legge sui cookie).

Praticamente, se non usi il pc da 1 giorno, saprai già cosa sono i cookie e del fatto che ormai tutti i siti internet li utilizzano per poter funzionare al meglio no?
Da quando poi c'è google adsense (ed altri servizi simi), quando navighi vieni tracciato in modo che quando visiti un altro sito, questo ricordi le tue preferenze e possa quindi mostrarti una pubblicità più mirata.
Ecco, per questo motivo (e forse anche per altri che ignoro), che tra l'altro trovo una funzionalità innovativa e molto utile (sempre meglio che ricevere della pubblicità che sicuramente non ti interessa), ora tutti i siti devono adeguarsi e mettere l'avviso che ti obbliga a cliccare OK per confermare che hai preso visione che il sito che stai visitando utilizza i cookie e per quale motivo li usa (cookie di profilazione, cookie di terze parti, ecc...).
Tutto molto bello, se non fosse che così facendo su ogni nuovo sito che visiti devi dare l'ok, obbligandoti così a perdere nel complesso più tempo quando navighi.

Tralasciando dunque il fatto di quanto sia stupido concepire la cosa in questo modo (sarebbe stato più furbo consentire di impostare i consensi sul proprio pc e fare in modo che siano i siti ad adeguarsi di conseguenza, leggendo qualche info passata dal browser), vediamo come adeguarsi alla cookie law su WordPress.

Per fortuna, se usi WordPress ci sono un sacco di plugin che consentono di rendere il tuo sito conforme alla legge sui cookie.
Scarichiamo ed installiamo il plugin EU Cookie Law da questo indirizzo (o cerchiamolo in Plugin, Aggiungi nuovo):
https://it.wordpress.org/plugins/eu-cookie-law/

Come adeguarsi alla cookie law su WordPress

Dopo aver attivato il plugin, andiamo su Impostazioni e poi su EU Cookie Law.
Clicchiamo su Attiva e se necessario modifichiamo il campo Popup Box Content, inserendo il testo che indica che Questo sito usa i cookie e bla bla bla...

EU Cookie Law

Ci sarebbero poi altre opzioni su questo plugin wordpress, ma visto che di tempo ne abbiamo già perso abbastanza per compiere questo adempimento, clicchiamo su Salva le modifiche.

Adesso, aprendo il nostro sito, apparirà il messaggio con l'informativa sui cookie, e tutti i nostri visitatori saranno costretti a cliccare che accennano, per farlo sparire... tutto molto bello ed utile ;)

informativa sui cookie wordpress

Se vogliamo provare a disturbare un po' meno i nostri visitatori, potremmo comunque lavorare sulla grafica e la posizione di questo messaggio dei cookie, andando dentro le impostazioni del plugin wordpress EU Cookie Law e nella voce Aspetto, cambiare i campi: position, background color e font color.